venerdì, Dicembre 3, 2021
11.3 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAttualitàUrban nature all'Orto botanico di Roma, tutti in festa con il WWF

Urban nature all’Orto botanico di Roma, tutti in festa con il WWF

Urban nature del WWF, la festa della natura all’Orto botanico di Roma. Il racconto della giornata e di un evento che ha saputo coinvolgere tutti per sensibilizzare sul rispetto del pianeta e della biodiversità

Urban nature all’Orto botanico: una giornata, quella di oggi, per difendere la natura e la ricchezza della biodiversità, sensibilizzando, divertendo, coinvolgendo a 360 gradi. Una giornata ideale, anche dal punto di vista metereologico, con un sole spumeggiante anche se con un anticipo di quasi inverno, che il WWF ha saputo trasformare in una divertente occasione di “aggregazione” e attivismo sociale e culturale a favore del pianeta.

Foto @ Daniele Del Moro

Tutto organizzato molto bene, controlli green pass effettuati senza code, “smistamento” dei numerosi gruppi effettuato ad hoc grazie ai sempre intrepidi volontari del WWF e le varie proposte allestite sul palcoscenico dell’Orto botanico talmente coinvolgenti da passarci volentieri tutto il giorno.

Noi di Green Planet News lo abbiamo fatto e la giornata è passata deliziandoci tra la constatazione di una quasi totale normalità pre-covid e tutto quello che il WWF ha saputo allestire nello splendido spazio dell’Orto botanico di Roma la cui bellezza è nota a più livelli.

Foto @ WWF

Urban Nature, per il secondo anno all’Orto botanico

È il secondo anno che Urban nature viene organizzata al Museo Orto Botanico di Roma per ospitare l’evento centrale della manifestazione. Dalle 9.00 di questa mattina si sono avvicendate visite guidate, laboratori e attività di intrattenimento per bambini e ragazzi.

Foto @ Daniele Del Moro

Obiettivi: scoprire la biodiversità urbana e come imparare a prendercene cura. Oltre ai Carabinieri Tutela Biodiversità, che hanno raccontato come proteggere la biodiversità, presenti anche anche Città del Sole, i laboratori di Pandion e Aipan e una mostra di Luca Padroni.

Foto @ Daniele Del Moro

Alle 11 abbiamo avuto la presentazione del libro “Wild Rome” a cura di Homo Ambiens. Alle 12.00 la messa a dimora dell’Albero della Cultura, a cura dell’Accademia Mondiale della Poesia insieme ai Carabinieri per la Biodiversità.

Foto @ Daniele Del Moro

Nel pomeriggio si è svolta la cerimonia di premiazione del progetto “L’Albero della Cultura”, durante la quale la direttrice generale del WWF Italia Alessandra Prampolini ha premiato Piero Angela, che ha ricevuto il riconoscimento insieme a Umberto Piersanti. A condurre la premiazione Max Laudadio con un ospite d’eccezione come Raphael Gualazzi.

Foto @ WWF

L’albero della cultura

Il progetto “L’Albero della Cultura” nasce nel 2020 da un’idea di Christian Deliso dell’Accademia mondiale della Poesia: la pandemia ha colpito in modo particolare il mondo culturale, per questo la scelta di piantare in ogni città un albero come simbolo della Cultura rappresenta un segno di speranza per chi pensa che la cultura vada coltivata, custodita e protetta come la natura che ci nutre e senza cui non potremmo vivere.

Foto @ WWF

Il progetto prevede l’assegnazione, ogni anno, di un premio a due personalità che in ambito umanistico e scientifico hanno contribuito alla promozione dei temi legati alla difesa e alla valorizzazione di ambiente e cultura.

E poi, ancora, tanto divertimento con i bambini sempre incuriositi dalla natura che hanno assistito curiosi e attenti le spiegazioni ai padiglioni dei Carabinieri forestali, tra le presenze più interessanti di questo evento.

Foto @ Daniele Del Moro

Che ricordiamo si è svolto in in 95 comuni italiani con 140 appuntamenti.Tanto per sottolineare l’interesse che ha ruotato attorno ai preparativi di questa giornata: la mappa interattiva sul sito wwf.it che è stata visualizzata oltre 10mila volte.

Foto @ Germana Ferrante

Urban nature 2021, “Decementifichiamo le città”, “Nutriamo la biodiversità” e “Rinverdiamo le nostre scuole”

Urban nature 2021 si è concentrato essenzialmente su tre filoni tematici: “Decementifichiamo le città”, “Nutriamo la biodiversità” e “Rinverdiamo le nostre scuole”, raccontati nel report “Verso Città ‘Nature Positive’: Decementifichiamo il nostro territorio – Rinverdiamo la nostra vita” che raccoglie una rassegna di progetti pilota, proposte e modelli – tratti da decine di esperienze italiane, europee ed internazionali – per rivoluzionare i paradigmi delle nostre città, mettendoli a disposizione di istituzioni, realtà civiche attive sul territorio e cittadini.

Foto @ Germana Ferrante

Urban Nature è arrivato alla vigilia della COP15 sulla Biodiversità di Kunming, in Cina, momento di importanza globale dal quale ci si aspetta che i governi del mondo investano concretamente nella conservazione della natura quale base per il nostro futuro.

Per vivere in città più sane, più sicure dal rischio di nuove pandemie e dagli impatti, sempre più violenti, del cambiamento climatico, abbiamo bisogno di città con più natura. Dobbiamo agire per rendere i centri urbani nature positive e resilienti agli eventi estremi come alluvioni, ondate di calore e siccità.

Foto @ Daniele Del Moro

Ecco l’obiettivo principale della festa della natura che si è celebrata oggi in tutta Italia: prenderci cura di lei per stare bene tutti, come oggi, in una ordinaria domenica d’autunno che la natura può trasformare in un giorno di semplice ma straordinaria bellezza.

Foto: WWF e Green Planet News

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI