Acciaio? Ci pensa il Capitano

Capitan Acciaio ancora una volta protagonista. Riparte, infatti, da Salerno il tour nazionale promosso dal Consorzio RICREA per informare ed educare i cittadini a una corretta raccolta differenziata di uno dei materiali più importanti da riciclare

0

Acciaio? Riciclarlo è ricchezza. E anche stavolta ci pensa Capitan Acciaio. Il supereroe sta lucidando la sua catafratta sempre più sfavillante per tornare di nuovo in piazza. La sua missione? Educare gli adulti e i più piccoli a una corretta raccolta differenziata.

Riparte, infatti, da Salerno il tour nazionale promosso dal Consorzio RICREA per informare ed educare i cittadini a una corretta raccolta differenziata di uno dei materiali più importanti da riciclare. Laboratori e quiz a premi con protagonisti gli imballaggi in acciaio come barattoli, scatolette, lattine, bombolette, tappi e chiusure saranno ancora una volta presenti in molte piazze d’Italia.

Dal riciclo di 2.000 barattoli, 50 bombolette o 5 fusti in acciaio si possono ottenere risultati notevoli come il telaio di una bicicletta, una fontanella urbana e una panchina. Gli imballaggi in acciaio, materia prima permanente che si ricicla all’infinito senza perdere le proprie qualità, sono i protagonisti del tour itinerante promosso da RICREA, il Consorzio Nazionale senza scopo di lucro per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, uno dei sei consorzi di filiera che compongono il Sistema CONAI.

Acciaio? Ci pensa il Capitano

Acciaio: si riparte l’8 maggio

Dopo il riscontro positivo ottenuto lo scorso anno, RICREA ha convocato di nuovo il nostro supereroe che volerà lungo tutta la penisola per sensibilizzare i cittadini sulle qualità degli imballaggi e incentivarli ad una raccolta differenziata il più possibile efficace. Il tour partirà l’8 maggio da Salerno, per poi fare tappa a Bari, Genova, Torino e Milano, e proseguire in altre città italiane.

Acciaio? Ci pensa il Capitano

“Barattoli, scatole, scatolette, lattine, fusti, secchielli, bombolette, tappi e chiusure in acciaio sono i protagonisti di un percorso circolare virtuoso e senza fine: da materia prima a imballaggio, a rifiuto differenziato, raccolto e avviato al riciclo per nascere a nuova vita, all’infinito – spiega Domenico Rinaldini, Presidente di RICREAAbbiamo voluto organizzare queste nuove giornate di sensibilizzazione per migliorare gli ottimi risultati raggiunti e informare i cittadini sulla ‘convenienza ambientale’ della raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio”.

Negli ultimi 20 anni l’Italia ha avviato a riciclo complessivamente 5,6 milioni di tonnellate di imballaggi in acciaio, un quantitativo sufficiente per realizzare le carrozze di un treno lungo da Roma a Parigi composto da 50.700 vagoni, o 56.300 Km di binari ferroviari, pari ad oltre il doppio dell’intera linea ferroviaria italiana, con percentuali di riciclo sull’immesso al consumo che dal 2009 hanno superato quota 70%.

L’acciaio è riciclabile, dunque, al 100% e all’infinito, senza perdita di qualità. Una volta recuperato, è ancora riciclabile al 100%. Il tasso di riciclo è la percentuale di materiali che vengono dismessi, recuperati e riutilizzati. Questo tasso è particolarrmente elevato per questo materiale, variando da prodotto a prodotto. Nelle costruzioni, ad esempio, esso raggiunge livelli particolarmente elevati: 98% per le travi, 65-70% per le barre per armatura.

Nelle piazze principali delle città Capitan Acciaio sarà a disposizione per aiutare i cittadini a scoprire i vantaggi della raccolta differenziata e il valore del riciclo dell’acciaio, il materiale più riciclato in Europa. Sarà inoltre proposto il laboratorio ludico-ricreativo “RICREA il tuo giocattolo”, in cui bambini e ragazzi potranno creare il proprio giocattolo attraverso il riuso creativo degli imballaggi; gli adulti invece potranno mettere alla prova la loro cultura sulle buone pratiche di raccolta differenziata con quiz a premi.

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta