Botto Giuseppe e la sua Green Vision per una moda sostenibile

Botto Giuseppe è un’azienda specializzata nella produzione di tessuti, jersey, filati per maglieria, aguglieria, tessitura e accessori che ha scelto la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente come cardini della sua attività. Una green vision per un nuovo concetto di lusso

0

Botto Giuseppe e la sua Green Vision per una moda sostenibile. La tutela dell’ambiente in azienda non può e non deve esaurirsi in vaghe promesse, solo per presentarsi con un biglietto da visita spesso ingannevole. Occorre tanto impegno per far sì che la sostenibilità si trasformi in una vera filosofia aziendale e in uno sforzo che coinvolga tutti i passaggi della filiera.

Nell’ultimo decennio Botto Giuseppe e Figli Spa ha investito ingenti risorse economiche e umane per sviluppare progetti legati alla sostenibilità ambientale. L’azienda crede che l’efficienza, il risparmio energetico, la produzione elettrica da fonti rinnovabili e l’ottimizzazione dei processi, sono stati e saranno temi strategici. La produzione avviene nei due stabilimenti di Valle Mosso in provincia di Biella e di Tarcento in Friuli.

 Botto Giuseppe e la sua Green Vision per una moda sostenibile

Botto Giuseppe ha recentemente presentato le sue nuove collezioni 2020-2021 di filati confermando il percorso intrapreso nel segno della sostenibilità come emblema del nuovo lusso per offrire ai clienti materie prime pregiate distintive con soluzioni ricercate.

La collezione Naturalis Fibra

Naturalis Fibra è la collezione che raccoglie un’ampia e sempre più vasta gamma di filati sostenibili lavorati negli stabilimenti di Vallemosso e Tarcento che utilizzano fonti rinnovabili a zero impatto ambientale, certificati da Cradle to Cradle TM. Botto Giuseppe utilizza energia elettrica derivante al 70% da fonti rinnovabili mirando nei prossimi anni al 100% del fabbisogno elettrico con importanti investimenti idroelettrici e di cogenerazione.

Materia prima e rispetto degli animali

La provenienza della materia prima è frutto di una ricerca continua di fattorie partner in Australia, Nuova Zelanda e Cina i cui metodi di allevamento e cura degli animali, lavorazioni, ambiente e responsabilità sociale verso i lavoratori siano garantiti e sostenibili.

 Botto Giuseppe e la sua Green Vision per una moda sostenibile

Tutta la lana utilizzata dalla collezione Naturalis Fibra proviene  dall’azienda australiana Congi, con cui Botto Giuseppe ha firmato una esclusiva. Questa produce solo lane superfini selezionate proprio perché condivide i principi in linea con la filosofia aziendale. Infatti tutte le pecore degli allevamenti sono controllate e mulesing free (il mulesing è una pratica chirurgica utilizzata negli allevamenti ovini che consiste nell’asportazione di una parte di pelle della zona perianale degli animali) e grazie all’attento controllo del territorio ha ricevuto anche una certificazione ambientale che la inserisce tra le fattorie sostenibili. Partecipando al Roadmap di Botto Giuseppe e alla certificazione Cradle to Cradle di Slowool Light, Congi è impegnata ad entrare in questa via di ottimizzazione, seguendo i requisiti e filosofia della certificazione.

Certificazione Responsible Wool Standard

L’azienda Botto Giuseppe ha ricevuto la certificazione RWS (Responsible Wool Standard) per tutti i prodotti, filati tessuti e jersey: RWS è la certificazione di qualità per la provenienza della lana da fattorie controllate che privilegiano il benessere degli animali, il risanamento della terra e la gestione responsabile del territorio. La certificazione RWS garantisce che la lana è accuratamente selezionata, tracciabile e monitorata lungo tutta la supply chain, dall’origine al prodotto finito.

La moda sostenibile di Botto Giuseppe non rimane solo un pensiero ma si traduce in uno sforzo profuso in tutti i passaggi della filiera per ottenere risultati eccellenti in termini di prodotti, persone e luoghi di lavoro.

 

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta