venerdì, Ottobre 7, 2022
22.7 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAltroBenessere e SaluteCamminata nordica, una pratica per tutti che fa bene a corpo e...

Camminata nordica, una pratica per tutti che fa bene a corpo e mente  

Una pratica sportiva semplice, per ogni età, da poter praticare sempre, dove e quando vogliamo, impiegando fino al 90% dei nostri muscoli

Avete voglia di cimentarvi con il Nordic Walking o Camminata Nordica? Fate bene, noi vi diamo qualche consiglio, aiutandovi a scoprirne la tecnica corretta e conoscere i benefici per il fisico e la mente. Sono tante le associazioni in Italia pronte ad aprirvi le porte

Vi sarà capitato di imbattervi in gruppi di persone che camminano portando con loro dei bastoncini, simili a racchette da sci di fondo, non solo tra i boschi o in mezzo al verde ma anche in città. Si tratta di Nordic Walkers, cioè praticanti del Nordic Walking o più semplicemente in italiano Camminata Nordica.

Il suo ideatore, Marko Kantaneva, definisce il Nordic Walking come il più efficiente e piacevole allenamento al mondo, un modo per aumentare la propria vigoria fisica e migliorare nel complesso la propria salute. Infatti, oltre al miglioramento del benessere fisico, la camminata nordica ha un incredibile impatto positivo sull’umore e permette di ridurre lo stress quotidiano.

Foto di NickyPe da Pixabay 

Inizialmente usato come forma di allenamento estivo dai fondisti, in quanto permetteva loro di simulare le tecniche di sci di fondo anche in mancanza di neve, nasce ufficialmente nel 1997.

Si tratta di una camminata naturale alla quale viene aggiunto l’utilizzo all’avanzamento delle due racchette, che hanno la funzione di creare un vincolo sul terreno, permettendo alle braccia di realizzare una spinta, coinvolgendo i muscoli di tutto il corpo. Durante l’allenamento i movimenti interessano fino al 90% dei muscoli.

L’importanza di una tecnica corretta

Per utilizzare efficacemente le racchette ed ottenere il massimo dei benefici, è fondamentale apprendere e mettere in pratica correttamente la tecnica. La Scuola Italiana Nordic Walking per l’acquisizione della tecnica corretta ha sviluppato una progressione tecnico-didattica che prevede 5 fasi di apprendimento:

1) rilassamento e recupero della camminata naturale;
2) sviluppo coordinativo tecnica alternata;
3) elementi posturali
4) respirazione;
5) tecniche avanzate.

Le 5 fasi di apprendimento

Vediamo in breve a cosa corrisponde ognuna di queste 5 fasi.

Rilassamento e recupero della camminata naturale

Rilassarsi è importante e il recupero della camminata naturale rappresenta l’elemento principe per sviluppare correttamente la tecnica del nordic walking.
I punti principali del recupero della camminata naturale sono:
• coordinazione alternata braccia-gambe;
• ampiezza di movimento delle gambe e delle braccia;
• rilassamento delle spalle e decontrazione muscolare nel movimento delle braccia;
• postura eretta;
• rullata del piede;

Sviluppo coordinativo e tecnica alternata

Il nordic walking può essere praticato con la tecnica a spinta alternata e con quella a spinta parallela. L’uso corretto del bastoncino nell’avanzamento con la tecnica alternata e lo sviluppo coordinativo sono molto importanti per acquisire la perfetta tecnica del nordic walking. Apprendendo ed eseguendo tanti esercizi con i bastoncini, faranno si che gli stessi diventino utili e fidati compagni di cammino e siano realmente efficaci alla spinta. La coordinazione continua con l’utilizzo della tecnica a spinta parallela, consente maggiormente di sviluppare un ampiezza dei movimenti e facilitare l’apertura e chiusura della mano con l’uso del bastoncino.

Elementi posturali

Nel nordic walking, con la giusta tecnica si riesce ad acquisire una posizione eretta durante la camminata in modo da scaricare tutte le tensioni dalla colonna vertebrale. L’utilizzo corretto del bastoncino ed una ottimale coordinazione braccia-gambe durante il movimento favoriranno il ricambio nutrizionale dei dischi intervertebrali favorendone la reidratazione e un afflusso di sostanze nutritive che ne ristabiliranno l’efficienza eliminando progressivamente i fastidiosi mal di schiena generati dalle scorrette posizioni che acquisiamo durante la nostra attività quotidiana.

Foto di moerschy da Pixabay

Respirazione

La respirazione corretta diventa importante sia per il consumo energetico che per la prestazione fisica. Abituare ed allenare, con una serie di esercizi, la respirazione significa migliorare complessivamente tutto il movimento del nordic walking e di conseguenza anche il proprio stato fisico.

Tecniche avanzate

In questa fase si affrontano tutte le varianti alla tecnica del passo alternato, dalla tecnica di salita su diverse pendenze alla tecnica di discesa, focalizzata soprattutto sull’uso corretto dei bastoncini. Nelle tecniche avanzate, inoltre, si affronteranno tutta quella serie di esercizi che si possono fare con i bastoncini, dallo strechting al potenziamento, dall’equilibrio alla destrezza ed ai giochi. Il Nordic Walking, nella sua veste più sportiva, viene impiegato anche con la corsa, i balzi, i saltelli e tutte le altre varianti che rendono il lavoro con i bastoncini un vero e proprio allenamento atletico.

Per ottenere dei benefici dalla pratica del nordic walking bisognerebbe allenarsi almeno 1-2 volte alla settimana per almeno 30 minuti. Camminando regolarmente e correttamente, in media, la forma fisica migliora del 10% in tre mesi.

Chi poter contattare in Italia per iniziare

Sono numerose le associazioni e organizzazioni italiane che promuovono il Nordic Walking e sono in grado di dare consigli e indicazioni per iniziare la pratica. Di seguito ecco i principali.

Ecco un elenco delle principali:

Scuola Italiana Nordic Walking – SINW  

Associazione Nordic Walking Italia – ANWI 

Associazione Nordic Fitness Italiana – ANI 

ACSI – CONI-  “Ways” di Pino Dellasega e Chiara Campostrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI