CONAI, un bando per l’eco-design degli imballaggi

Ai blocchi di partenza il Bando 2020: le aziende italiane che hanno ridotto l’impatto ambientale degli imballaggi pronte a sfidarsi sul terreno dell’economia circolare. Candidature aperte fino al 29 maggio, poi sarà una giuria di tecnici a decidere. E da quest’anno c’è un’arma in più per vincere la sfida della sostenibilità: l’EcoD Tool, strumento di eco-design per calcolare gli impatti ambientali dei pack e per ridurli. Il montepremi è di 500 mila euro

0

CONAI, un bando per l’economia circolare e per  l’eco-design. Una bella sfida che è un invito alla sostenibilità. L’edizione 2020 del Bando CONAI per l’eco-design è partita venerdì 28 febbraio: le aziende italiane si confronteranno per migliorare la qualità dei propri imballaggi e rivederli in un’ottica di economia circolare.

Ideato per valorizzare le soluzioni di packaging più innovative e a ridotto impatto ambientale, il Bando CONAI arriva quest’anno alla sua settima edizione. È aperto a tutte le aziende consorziate che hanno saputo rivedere il packaging secondo queste direttive principali: riutilizzo, facilitazione delle attività di riciclo, utilizzo di materie provenienti da riciclo, risparmio di materia prima, ottimizzazione della logistica, semplificazione del sistema imballo e ottimizzazione dei processi produttivi.

Bando CONAI, gli incentivi

Il montepremi è di 500 mila euro. Di questi, 460 mila verrannno suddivisi tra tutti i casi virtuosi ammessi, sulla base di una graduatoria ripartita secondo le accennate direttive principali. I restanti 40 mila euro saranno destinati invece a quattro super premi da 10.000 euro, assegnati ai casi che si saranno distinti di più.

In quali ambiti? Per la spinta innovativa e progettuale nell’attivazione di leve di eco-design come riutilizzo, facilitazione delle attività di riciclo e utilizzo di materia prima seconda. Oppure anche per soluzioni virtuose per la vendita nell’ambito del circuito di e-commerce; o ancora a nuove tecnologie e applicazioni significative dal punto di vista progettuale e dell’innovazione.

Come candidarsi al bando CONAI

Le candidature dovranno essere presentate entro il 29 maggio attraverso il form on line disponibile nell’Area Bando su www.ecotoolconai.org. Tutti i casi saranno analizzati attraverso l’Eco Tool CONAI, lo strumento di analisi LCA semplificata in grado di calcolare gli effetti delle azioni di prevenzione in termini di risparmio energetico, idrico e di riduzione delle emissioni di CO₂, per poi essere valutati da un comitato di tecnici.

Sarà possibile candidare al Bando 2020 sia evoluzioni di progetti di packaging esistenti sia imballaggi nuovi che risultino avere un minore impatto ambientale. Anche quest’anno l’Eco Tool CONAI e l’analisi dei casi saranno sottoposti alla validazione di DNV GL, ente di certificazione internazionale.

L’EcoD Tool

La grande novità 2020 è uno strumento in più a disposizione di ogni azienda aderente a CONAI. Si tratta dell’EcoD Tool, un software on-line che permette di valutare l’impatto di ciascuna fase del ciclo di vita dell’imballaggio analizzato. Non solo. Può anche simulare interventi di miglioramento per renderlo più green.

Presentato in occasione di Ecomondo 2019, l’EcoD Tool CONAI elabora i dati forniti dalle aziende mediante un questionario guidato e fornisce indicazioni sull’impatto del pack in tutte le fasi del suo ciclo di vita in relazione a consumo di acqua, consumo di energia ed emissioni di anidride carbonica. In relazione a questi tre indicatori, suggerisce anche azioni di eco-design personalizzate in grado di ridurre l’impatto dell’imballaggio oggetto di analisi.

Questo nuovo Tool dà anche la possibilità di effettuare simulazioni confrontabili. L’obiettivo? Poter scegliere la migliore fra le soluzioni proposte: il software è infatti in grado di mostrare le caratteristiche ambientali del nuovo imballaggio dopo gli interventi di eco-design suggeriti, confrontandolo con le sue caratteristiche di partenza.

Un ulteriore indicatore arricchisce questa analisi comparativa: quello della circolarità. Una sorta di valutazione dell’imballaggio, che è tanto più circolare quanto più usa materia riciclata, quanto più è riciclabile e quanto più è riutilizzabile. Ad Ecomondo l’EcoD Tool ha suscitato particoalre curiosità.

Intervenire nella fase di progettazione

“Rivedere gli attuali modelli di business e soprattutto la progettazione dei prodotti e dei loro imballaggi è fondamentale per una transizione sempre più completa verso l’economia circolare – ha sottolineato Giorgio Quagliuolo, presidente CONAI  – Anche per questo già nel 2019 abbiamo deciso di aumentare le risorse economiche destinate al Bando, e quest’anno abbiamo aggiunto agli strumenti disponibili l’EcoD Tool, in modo da permettere un lavoro più efficace: premiare gli sforzi fatti dalle aziende consorziate per ridurre gli impatti dei loro imballaggi è un modo per portare l’attenzione sulla necessità di intervenire anche nella fase di progettazione di un pack, non soltanto nella gestione del suo fine vita”.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta