Ecovillaggio Montale presenta “Le Ecopillole”, l’abitare ecosostenibile

Ecovillaggio Montale lancia “Le Ecopillole”, due stagioni di mini-puntate per la divulgazione di buone pratiche sostenibili per il nostro ambiente. Un nuovo modo di abitare

0

Ecovillaggio di Montale presenta “Le Ecopillole” per la divulgazione di pratiche sostenibili per l’ambiente e un futuro all’insegna del rispetto della natura. Ma non solo. Due stagioni di mini-puntate in cui si parla di ecosostenibilità e rispetto ambientale. I video sono stati realizzati grazie alla collaborazione di Luca Lombroso, meteorologo e divulgatore ambientale, e Ludovica Braglia.

“Le Ecopillole” vogliono essere una guida, una road map, per diffondere pratiche realmente sostenibili e per dar modo di scoprire un nuovo modo di vivere il cambiamento. Questo, partendo dagli stessi modelli applicativi dellEcovillaggio di Montale. Con i video, dunque, i due esperti aiutano a capire meglio i meccanismi del nostro ambiente e ad attuare quelle buone pratiche quotidiane necessarie a costruire un futuro realmente ecosostenibile.

Ma che cos’è l’Ecovillaggio di Montale?

Si tratta di un modo innovativo ed ecologico di abitare. L’Ecovillaggio di Montale è un quartiere residenziale, situato in località di Montale Rangone in provincia Modenese. Ed è lì che si coniugano i principi della bio ed eco sostenibilità con il massimo comfort e i minimi consumi energetici. Nasce nel 2007 dalla consapevolezza e necessità di un cambiamento culturale nel modo di abitare e prima ancora di costruire.

Ecovillaggio Montale presenta “Le Ecopillole”, l'abitare ecosostenibile Le innovative abitazioni dell’Ecovillaggio, infatti, non emettono CO2 e non vanno a produrre le polveri sottili inquinanti. Il quartiere ecosostenibile è a impatto zero (anzi negativo grazie alla riforestazione) perché la poca energia di cui le case necessitano per la climatizzazione degli ambienti viene auto-prodotta per circa l’80% con fonti rinnovabili.

E se la restante parte minimale, viene comperata solo da produttori di energia 100% rinnovabile (come LifeGate o Enel 100% rinnovabile) non si emette Co2 né in Ecovillaggio né in remoto. Ecovillaggio Montale costruisce case nZEB (Near Zero Energy Building) dal 2012. Realizza cioè case che hanno bisogno di quasi zero energia per climatizzare gli ambienti e produrre acqua calda sanitaria.

Un nuovo modo di abitare ecosostenibile

Un nuovo modo di abitare, dunque, capace di aiutare concretamente nel contrastare i cambiamenti climatici. Scopo dell’Ecovillaggio è proprio questo: costruire un futuro sostenibile per il nostro ambiente.
Flessibilità, risparmio energetico e tecnologia all’avanguardia sono i vantaggi che presentano le abitazioni dell’Ecovillaggio di Montale.

Un quartiere innovativo anche perché va a discostarsi dagli ecovillaggi più tradizionalmente conosciuti, di solito siti in luoghi rurali e gestiti dalla comunità intenzionale che li ha creati. È infatti un insediamento urbano innovativo, che mira a un nuovo modo di vedere e di concepire l’abitazione stessa.

“Per noi la sfida della sostenibilità è a 360 gradispiega l’ideatrice di Ecovillaggio Montale Silvia Pini – dove costo e prestazione siano e rimangano in equilibrio. Si tratta di sfruttare al meglio ciò che la natura ci offre: l’energia e il calore del sole, l’acqua, la vegetazione. Il surriscaldamento del Pianeta è sotto gli occhi di tutti e i fenomeni metereologici violenti sono destinati a peggiorare. La natura coadiuvata all’utilizzo della tecnologia ci offre l’occasione di mettere l’ambiente e noi stessi al riparo da disastri come le alluvioni e danni economici”.

Per vedere le prime due puntate de “Le Ecopillole”, basta cliccare sui seguenti link: 

L’appartamento ecologico

Il sole 

Leggi anche:

La Bioedilizia, Di Cosa Si Tratta Realmente?
Un Villaggio Visionario E Resiliente
“Costruire Sostenibile Con La Canapa”, Il Materiale Green Per L’edilizia

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta