sabato, Maggio 25, 2024

Rome 22°C

Progettare e costruire nel Terzo Millennio, l’ingegneria ambientale

Progettare e costruire nel Terzo Millennio, l’ingegneria sostenibile
Progettare e costruire nel Terzo Millennio, l’ingegneria sostenibile, locandina dell'evento per gentile concessione dell'Ufficio Stampa

Le strade che percorriamo, gli aeroporti da cui partiamo, le stazioni in cui ci fermiamo si stanno gradualmente trasformando. Dietro ogni opera di ingegneria di nuova generazione c’è un meticoloso lavoro di ricerca, analisi, sperimentazione e progettazione per far sì che questa impatti il meno possibile sull’ambiente circostante.   

A cosa ci riferiamo quando parliamo di ingegneria ambientale? Prendiamo il più semplice degli esempi: una strada. Questa ha la funzione primaria di collegare un punto ad un altro e per questo viene progettata per impiegare meno tempo possibile di percorrenza e favorire eventualmente lo scambio di merci, ma non solo.

Una strada può ugualmente avere la funzione di riqualificare un’area degradata migliorando valore ecologico e biodiversità, agevolare la conoscenza del territorio e per questo incentivare il turismo, migliorare i sistemi di scorrimento delle automobili riducendo così le emissioni di gas climalteranti o infine favorire la messa in opera di postazioni di ricarica di veicoli elettrici.

In buona sostanza stiamo parlando di: rispetto per il paesaggio, riduzione dell’inquinamento acustico, salvaguardia di flora e fauna, diffusione delle energie rinnovabili, sostenibilità in cantiere, benessere dei cittadini, studi di impatto ambientale propedeutici per l’avvio del progetto da parte delle istituzioni.

Tutto ciò può rientrare nel significato di ingegneria ambientale. Di questo e molto altro si occupa l’Istituto Iride, tra i leader italiani per l’assistenza qualificata a enti e imprese in tutti i settori della consulenza ambientale e della sostenibilità.

In occasione dei primi 20 anni di attività, Iride organizza il convegno “Progettare e costruire nel Terzo Millennio”. L’evento, con il patrocinio di AIS (Associazione Infrastrutture Sostenibili) e Green Building Council Italia, che si terrà il 9 maggio 2024 a partire dalle ore 15:00 presso la Casa del Cinema di Roma e ospiterà relatori d’eccezione.

Un momento di confronto e riflessione sugli scenari attuali, sulle evoluzioni e sulle prospettive riguardanti il settore della progettazione e costruzione del sistema infrastrutturale in ottica sostenibile.

L’Istituto Iride è una realtà affermata e in costante crescita che collabora con i principali player nei settori ferroviario, stradale/autostradale, aeroportuale ed energetico. Con all’attivo oltre 500 commesse svolte, l’Istituto rappresenta un punto di riferimento per la progettazione e la realizzazione di impianti e infrastrutture sostenibili.

Numerosi gli speaker che si alterneranno sul palco durante il ciclo di interventi dal titolo “Nuove infrastrutture sempre più sostenibili”, in rappresentanza di grandi aziende che hanno collaborato o collaborano con l’Istituto, come ADR Aeroporti Di Roma, RFI, Amplia, Terna, e altri importanti esponenti del mondo delle infrastrutture italiane.

A seguire, una tavola rotonda dedicata a “Progettare e costruire sostenibile: il quadro attuale e i prossimi scenari”.    

L’ingresso al convegno è gratuito, ma è necessario iscriversi.

Il programma della giornata.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter