mercoledì, Febbraio 24, 2021
Home Altro Eventi e Iniziative Festa della Musica di Roma, suoniamo insieme per l'arrivo dell'estate

Festa della Musica di Roma, suoniamo insieme per l’arrivo dell’estate

La Festa della Musica di Roma del 21 giugno è dedicata al maestro Ezio Bosso, direttore d’orchestra, compositore e pianista, recentemente scomparso. La musica dell’anima come espressione di gioia.

“Abbiamo deciso di dedicare la Festa della Musica del 21 giugno al maestro Ezio Bosso, che ci ha da poco lasciato. Ci sembrava il modo migliore per rendere omaggio alla memoria di un grande artista a cui, circa un anno fa, Roma aveva conferito la cittadinanza onoraria”: lo ha annunciato sul suo profilo Facebook la sindaca Virginia Raggi.

Ezio Bosso,  artista di primo piano nella musica classica mondiale, sia come compositore che come direttore d’orchestra, è scomparso per una malattia neurodegenerativa a Bologna lo scorso 15 maggio.

Un vero talento, neanche maggiorenne suonava in giro per l’Europa. Un musicista, una rivelazione, un interprete creativo e felice. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui due candidature al premio David di Donatello per le musiche di Io non ho paura e Il ragazzo invisibile. Ha diretto la London Symphony Orchestra, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, quella del Comunale di Bologna, la Filarmonica ‘900. Tra il 2017 e il 2018 è stato direttore stabile del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

Nel 1982, l’allora Ministro della Cultura Jack Lang, lancia la prima Festa in Francia, dove permettere alla musica di invadere tutte le strade della città, dalla periferia al centro, per salutare il solstizio d’estate. E dal  1985, anno europeo della musica,  che il 21 giugno si festeggia in tutta Europa la musica.

“La musica si può fare in un solo modo: insieme” è il motto della Festa. Musicisti, appassionati, professionisti e soprattutto amatori, sono invitati infatti a festeggiare l’arrivo dell’estate suonando e cantando nelle proprie case, dalle finestre o dai balconi in un rituale di celebrazione spontanea e di condivisione.

Quest’anno la Festa è stata pensata con un’attenzione rigorosa al rispetto del distanziamento fisico e del divieto di assembramento, secondo le disposizioni sanitarie previste per contenere l’epidemia da COVID-19.

Festa della Musica, per partecipare

Le persone che vogliono partecipare alla Festa possono farlo registrandosi sul sito ufficiale dell’evento.

Partecipare con una propria esibizione, suonando uno strumento o cantando una canzone. Tanti i generi : classico, rock, reggae, jazz, elettronico, pop, rap, ecc. La performance che può essere registrata oppure live, condividendo il proprio contenuto sui social network il 21 giugno stesso, con l’hashtag #FDMRoma2020.

Sono in programma tanti eventi organizzati da istituzioni pubbliche e private come accademie, ambasciate, biblioteche, centri anziani, scuole, carceri, librerie, teatri, istituti di cultura, ospedali, centri sportivi e locali.

Qui il programma 2020

Non solo Roma festeggia, ma tutta l’Italia suona,  è possibile seguire le diverse iniziative visitando il sito della Festa della Musica dei beni culturali.

Leggi anche

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani in contatto

4,014FansLike
1,510FollowersFollow
4FollowersFollow
466FollowersFollow

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia la tua email e rimani sempre aggiornato con le nostre news.
Qui la tua privacy è al sicuro, nessuna traccia di spam.

I PIù LETTI