Green city, Conferenza nazionale per parlare di clima

L'incontro di Milano ha come argomento principale del dibattito la promozione e l’aggiornamento dei piani e delle misure per l’adattamento climatico delle città, integrate con quelle di mitigazione

0

Green City Network, l’appuntamento è per il prossimo 16 luglio al Politecnico di Milano con la Seconda conferenza nazionale delle green city. Il tema: come affrontare le nuove prospettive generate dai cambiamenti climatici e comportarsi di fronte ad un “soggetto noto” chiamato psicoclima.

Per mancanza di verde, le città si trasformano in isole di calore che sommate all’immondizia militante di questi giorni definire infernali non è avventato. Cementificazione in stile “blitzkrieg”, consumo di suolo, ondate di calore, piogge innaturali completano il quadro di una “urbanità vissuta pericolosamente”. E parliamo solo di aspetti ambientali.

La Seconda conferenza nazionale delle green city organizzata dal Green City Network, la “rete” promossa dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile per rendere le città italiane più green, in collaborazione con il Comune di Milano e il Politecnico di Milano, con il Patrocinio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano e con il supporto di Amundi, Montello SpA, Utilitalia, ING e Key Energy – Ecomondo, vuole partire da questi spunti di riflessione per capire: che fare di fronte a queste emergenze?

Conferenza-nazionale-Green-City_Programma_16-luglio-2019

L’incontro di Milano ha come argomento principale del dibattito la promozione e l’aggiornamento dei piani e delle misure per l’adattamento climatico delle città, integrate con quelle di mitigazione. A questo scopo è necessario monitorare costantemente le valutazioni dei rischi e le misure di emergenza e medio e lungo termine. Vanno migliorate la governance e le capacità adattive delle città per ridurre la vulnerabilità e i rischi delle precipitazioni molto intense e delle ondate di calore.

Le emissioni delle città del pianeta sono infatti, secondo un rapporto presentato alla conferenza IPCC, Cities and Climate Change, di circa il 70%, una percentuale che addirittura aumenta , se si prendono in considerazione tutti i prodotti e i servizi consumati. Per questo motivo, dal Green City Network, è stato ideato un decalogo di misure e politiche, una “dichiarazione” in 10 punti che sarà al centro dell’evento del prossimo 16 luglio. Obiettivo: dare concretezza alle buone intenzioni e “incentivare” sia le amministrazioni che i cittadini ad agire nella maniera più efficace.

“La Dichiarazione – osserva il Presidente della Fondazione per lo sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi – sottolinea il ruolo centrale che possono svolgere le città nel trasformare le sfide climatiche del presente in straordinarie occasioni di riqualificazione urbana in direzione green”.

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta