giovedì, Settembre 23, 2021
innovazione-ambiente-sostenibileinnovazione-ambiente-sostenibileinnovazione-ambiente-sostenibile
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAttualitàHong Kong, allarme per un nuovo tipo di virus?

Hong Kong, allarme per un nuovo tipo di virus?

Mentre siamo ancora immersi nell’emergenza coronavirus di cui nessuno sa gli sviluppi, la CNN riporta la notizia: “Ratti stanno infettando l’uomo con l’epatite e nessuno conosce come”. Si tratterebbe di una forma di epatite, per la precisione Hepatitis E viruses (HEV).

Dopo un primo caso registrato nel 2018 (un 56 enne di Hong Kong),il virus  risulterebbe in grado di colpire anche l’essere umano. In seguito si sarebbero manifestati altri dieci casi, l’ultimo su un 61 enne pochi giorni fa. A parte gli 11 casi di Hong Kong, sempre da fonte Cnn, solo un altro caso simile è stato confermato a livello globale nel 2019: un uomo canadese, che aveva precedentemente viaggiato in Africa.

Hong Kong, come prosegue la ricerca?

I sintomi? Febbre, ittero, problemi al fegato. L’Huffington Post riporta in un articolo le dichiarazioni di Siddharth Sridhar, microbiologo della Hong Kong University, uno dei ricercatori che fa parte del team della scoperta: “All’improvviso, ci siamo trovati di fronte un virus che passa dai topi all’uomo”, ha dichiarato alla Cnn.

Gli scienziati ancora faticano a stabilire le modalità del contagio. Pare però che acquisto e consumo di carne in questo caso non c’entrerebbero. La trasmissione dell’epatite avviene infatti attraverso acqua e per contaminazione di oggetti.

Come sempre poi non manca il “giallo” o l’atmosfera in “odor di complotto”. Il soggetto infettato recentemente non avrebbe viaggiato, né avuto contatto con topi e non avrebbe avuto tra i familiari stessi sintomi sospetti. Dunque, come è arrivato al virus?

La risposta la possiamo leggere ancora sull’Huffington Post: “Quello che sappiamo è che i topi di Hong Kong sono portatori del virus, e che lo stesso germe patogeno passa all’uomo. Ma il modo in cui arrivi ad infettarlo – attraverso cibo contaminato o un altro animale che fa da anello di congiunzione, ancora non lo sappiamo, è questo il tassello mancante”  ha detto il microbiologo della Hong Kong University.

Leggi anche

 

 

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani in contatto

4,073FansLike
1,633FollowersFollow
6FollowersFollow
505FollowersFollow
spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI