La “Plastica” fa male anche al sesso, il cortometraggio di denuncia

“Plastica” è la pellicola di denuncia realizzata da due giovani romani, Marta Angelucci e Dario Ciulla. Il corto partecipa inoltre al Festival del Film Corto “Tulipani di Seta Nera 2020”

0

“Plastica” è la pellicola di denuncia realizzata da due giovani talenti romani: Marta Angelucci, alla sceneggiatura e Dario Ciulla, alla regia. Il corto partecipa al Festival del Film Corto “Tulipani di Seta Nera”. Ma che cosa va a raccontare la pellicola?

Il film di 8 minuti narra in modo alquanto veritiero e per certi aspetti, inquietante, il fenomeno dell’inquinamento da plastica legato anche ai problemi sessuali di coppia. Un aspetto che forse non si prende ancora troppo spesso in considerazione.

Ma può davvero l’eccesso di plastica nel mondo, portare a problemi di coppia, sesso e addirittura ad intaccare l’amore? Il video di denuncia “Plastica” pone proprio la questione: se effettivamente gli ftalati, presenti in moltissimi oggetti, dalle tende in pvc della doccia ai contenitori alimentari, interferiscono con gli ormoni naturali e provocano il calo del desiderio.

Questo il tema-denuncia di “Plastica, un sorprendente cortometraggio in concorso all’importante Festival del Film Corto “Tulipani di Seta Nera 2020” che fotografa in modo unico la storia di Michele e Sara, coppia in crisi per problemi di sesso. 

VIDEO CORTO

Un corto spiazzante prodotto dall’esordiente Damaus insieme a DUEL Produzioni e Wrong Way Pictures, che in 8 minuti, denuncia da una prospettiva diversa l’inquinamento da plastica che può arrivare anche a mettere in crisi il rapporto di coppia spegnendo l’amore.

La Storia del Cortometraggio

Sara e Michele sono una coppia in crisi dal punto di vista sessuale. I due infatti, non hanno più rapporti da mesi e quello che sembra non provare più alcun tipo di desiderio, è proprio Michele. Michele che non riesce a darsi una spiegazione a riguardo. Una spiegazione che non riesce a dare neanche a Sara, la quale non fa altro che insospettirsi ipotizzando che lui abbia un’amante o peggio ancora, che la loro storia sia giunta al termine.

Michele però ama Sara e continua ad amarla nonostante la mancanza di desiderio. E questo, trovandosi svuotato da una qualsiasi forma d’eccitazione. La scoperta che faranno dopo sarà molto più inquietante. Ma anche molto più complessa perché legata a un fenomeno ambientale che riguarda il mondo intero. Un fenomeno che visto da questa prospettiva, sarebbe capace di mettere a rischio la nostra intera specie, senza se, né ma. In modo drammatico.

Leggi anche 

Le Macchinette Mangia Plastica Arrivano A Genova

“Rai Plastic Free”, Al Via Il Progetto Insieme Al WWF

Presentato Il Progetto “Zero Plastica In Mare”

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta