Neve e Parchi a portata di treno nel Travel Book di Trenitalia

Presentato a Roma il vademecum del viaggiatore leisure in versione double face digitale e cartacea. Otto destinazioni sciistiche e otto oasi naturali, con percorsi di trekking e cycling, da raggiungere in treno

0

Neve e parchi nel nuovo travel book di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) per far conoscere la bellezza di otto impianti sciistici e altrettante oasi naturali da raggiungere in treno. Il progetto editoriale presentato lunedì scorso presso la sede centrale del Gruppo FS Italiane di Villa Patrizi a Roma, punta ad incentivare l’utilizzo del trasporto regionale verso i viaggi di piacere, per un turismo sempre più confortevole, sostenibile e sicuro, attento alle esigenze di spostamento delle persone nel tempo libero.

A presentare il travel book Neve e Parchi, c’erano Maria Annunziata Giaconia, Direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, e Serafino Lo Piano, Responsabile Vendite della Divisione Passeggeri Long Haul Trenitalia.

Neve e Parchi a portata di treno nel Travel Book di Trenitalia

Il nuovo vademecum del viaggiatore leisure Neve e Parchi di Trenitalia – in versione double face digitale e cartacea – riporta, da un lato, le descrizioni dei luoghi e il modo per arrivare direttamente in treno, con oltre 400 collegamenti al giorno, presso otto impianti sciistici rappresentando il valore aggiunto di andare a sciare in treno e lasciare l’auto a casa e, dall’altro, le mete di otto incantevoli Parchi, nazionali e naturali, servite dai regionali Trenitalia, dalle cui stazioni partono percorsi di trekking e cycling di ogni livello di difficoltà.

Da rilevare che quasi 8 milioni di turisti stranieri in visita nel nostro Paese hanno viaggiato con Trenitalia nel corso del 2018, in crescita del 19% rispetto all’anno precedente. Un anno, il 2018, che ha visto crescere dell’8% i viaggi di piacere sui treni regionali rispetto al 2017 – portando a una quota del 29% le persone che si spostano per viaggi leisure rispetto al totale dei passeggeri – questa crescente vocazione turistica trova ulteriore impulso nel nuovo travel book presto disponibile anche in versione digitale su trenitalia.com.

Neve e Parchi a portata di treno nel Travel Book di Trenitalia

I formati sfogliabili di questo e degli altri travel book Trenitalia, tra cui si ricordano le precedenti edizioni Borghi, Mare, Grandi Giardini Italiani e Siti UNESCO, sono disponibili sul sito web di Trenitalia nell’apposita sezione. I travel book raccolgono cenni storici, le principali curiosità, le attrazioni storiche e artistiche, i prodotti e gli eventi tipici delle località trattate, oltre che il dettaglio sulla tratta ferroviaria interessata.

Neve e Parchi nel dettaglio

Località NEVE:

• Valle d’Aosta: Aosta – Telecabina Aosta-Pila.
• Piemonte: Bardonecchia; Beaulard – Parco delle Manavelle; Limone Piemonte – Riserva Bianca Lift.
• Trentino Alto-Adige: Impianti di risalita di Dobbiaco; Versciaco – Comprensorio Tre Cime; San Candido – Baranci.
• Veneto: Cortina d’Ampezzo.

Località PARCHI:

• Liguria: Parco Nazionale Cinque Terre.
• Lombardia: Parchi Oltrepò Mantovano.
• Veneto ed Emilia Romagna: Parco Naturale Delta del Po.
• Toscana: Parco Nazionale Foreste Casentinesi.
• Umbria: Parco Nazionale Dei Monti Sibillini; Parco Naturale Fonti del Clitunno.
• Lazio: Bosco Macchia Grande.
• Puglia: Area marina protetta Torre Guaceto.

Nel 2019 si registrano segni di ulteriore crescita nel numero dei passeggeri dall’estero, per i quali sarà prevista la versione inglese dei travel book, per portare anche oltre confine la bellezza e il fascino delle città e delle particolarità del Belpaese.

Non a caso scrive Tiziano Terzani: “Il treno, con i suoi agi di tempo e i suoi disagi di spazio, rimette addosso la disusata curiosità per i particolari, affina l’attenzione per quel che si ha attorno, per quel che scorre fuori del finestrino. Sugli aerei presto s’impara a non guardare, a non ascoltare”.

Caro lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Lascia una risposta