giovedì, Dicembre 1, 2022
12 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteAnimaliStop alle gabbie negli allevamenti, la Commissione Europea accelera

Stop alle gabbie negli allevamenti, la Commissione Europea accelera

Nel Programma di lavoro presentato lo scorso 18 ottobre, la Commissione ha anticipato la revisione delle norme sul benessere animale dal quarto al terzo trimestre del 2023

La Coalizione italiana di “End the Cage Age”, campagna europea che chiede la fine dell’uso delle gabbie per allevare animali a scopo alimentare, ha salutato con favore la notizia

“End the Cage Age” è un’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) lanciata nel 2018 per chiedere la fine dell’uso di ogni tipo di gabbia per allevare animali a scopo alimentare, sostenuta da oltre 170 associazioni in 28 paesi: la più grande coalizione europea di ONG mai riunitasi.

La Coalizione Italiana “End The Cage Age”, costituita da 22 organizzazioni, ha salutato con entusiasmo la decisione della Commissione europea di accelerare la revisione delle norme europee per il benessere animale dal quarto al terzo trimestre del 2023, così come emerge dal Programma di lavoro adottato il 18 ottobre. Un’anticipazione non irrilevante considerando che nel 2024 vi saranno nuove elezioni europee e i tempi sono quindi serrati.

È un’ottima notizia: nonostante le pressioni delle lobby dell’industria, la Commissione europea sta dando seguito, anche in tempi più rapidi del previsto, alla propria promessa di proporre una legge contro l’uso delle gabbie negli allevamenti europei entro il 2023” ha commentato la Coalizione italiana “End the Cage Age.

Nel suo programma di lavoro, inoltre, la Commissione cita esplicitamente la campagna “End the Cage Age”, sostenuta da 1,4 milioni di cittadini europei, iniziata da Compassion in World Farming (CIWF) e sostenuta da oltre 170 associazioni europee di cui 22 italiane.

Foto da Pixabay

Non solo stop alle gabbie

Oltre a porre fine all’uso delle gabbie negli allevamenti, si prevede che – tra i vari punti – la Commissione riveda le norme esistenti per proteggere pesci e pulcini maschi da metodi di macellazione crudeli e che rafforzi le norme di protezione di tutte le specie allevate e per il trasporto di animali vivi.

La creazione di leggi europee può richiedere lunghi anni. Con le elezioni del Parlamento europeo e le nomine dei nuovi Commissari dietro l’angolo, nel 2024, il tempo per mantenere la promessa e mettere fine all’era delle gabbie non è molto” sostengono le associazioni. “Il fatto che la Commissione europea stia dando priorità a questo dossier prima del previsto è di ottimo auspicio”.

L’iter della proposta legislativa e un monito al nuovo governo italiano

Una volta presentata, la proposta legislativa della Commissione dovrà essere approvata dal Consiglio dell’Unione Europea, formato dagli Stati membri, e dal Parlamento UE.

L’attenzione della Coalizione ora è quindi rivolta all’Italia, che con il prossimo Governo ha un’occasione unica per fare la propria parte per milioni di animali ancora confinati in gabbia nel nostro Paese: “È fondamentale che l’Italia sia fra i Paesi in seno al Consiglio della UE che sosterranno senza indugio la proposta della Commissione. Ci aspettiamo che il nuovo Governo dia pieno appoggio a questa iniziativa di civiltà chiesta a gran voce da decine di migliaia di italiani. Per mettere fine una volta per tutte alle sofferenze di oltre 300 milioni di animali in Europa, di cui più di 40 milioni solo in Italia, ogni anno”.

La coalizione italiana di “End the Cage Age”

La coalizione italiana End The Cage Age è costituita da 22 organizzazioni: Amici della Terra, Animal Aid, Animal Equality Italia, ALI-Animal Law Italia, Animalisti Italiani, CIWF Italia Onlus, Confconsumatori, ENPA, Essere Animali, HSI/Europe, Il Fatto Alimentare, Jane Goodall Institute Italia, LAC – Lega per l’Abolizione della Caccia, LAV, Legambiente, LEIDAA, LNDC Animal Protection, LUMEN, OIPA, Partito animalista, Terra Nuova, Terra! Onlus.

Leggi anche

#BugieInEtichetta, no alla certificazione volontaria del benessere animale

Zooristur, stalle didattiche e zootecnia di precisione

Allevamenti suinicoli, appello di CIWF per dire stop alle scrofe nelle gabbie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI