Pesaro, inaugurata la Sonosfera®, un teatro per l’ascolto profondo di ecosistemi e musica

È stata inaugurata il 6 gennaio, a Pesaro Città Creativa Unesco della Musica, la Sonosfera®, il primo teatro eco-acustico mobile per l’ascolto profondo di musica e dei suoni della natura

0

La Sonosfera® è un dispositivo unico per requisiti tecnologici e funzionali, realizzato per il progetto “Fragments of Extinction – Il Patrimonio Sonoro degli Ecosistemi”, che nel 2014 ha ottenuto il brevetto internazionale per mano del professor David Monacchi, docente del Conservatorio Rossini, a Pesaro.

Un patrimonio mobile costruito non solo per la nostra città, ma per l’Europa interaha spiegato il sindaco Matteo Ricci nel giorno dell’inaugurazione. La Sonosfera® può contenere tanta cultura e bellezza e sono sicuro che l’Europa si salverà con la cultura e la bellezza. Questa è la nostra carta d’identità nel mondo, non è un caso che qualche settimana fa Pesaro e Urbino hanno presentato a Matera la candidatura a Capitale Europea della Cultura 2033: una sfida da lasciare in eredità alle generazioni del futuro”.

All’evento di apertura era presente anche David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, che ha commentato: “Vediamo realizzati e spesi bene i fondi che l’Europa mette a disposizione dei nostri territori. Siamo in una regione particolarmente virtuosa da questo punto di vista, altre realtà italiane dovrebbero prendere esempio dalle Marche. La Sonosfera® è una straordinaria operazione tecnologica, lascia un’impronta e fissa ciò che siamo stati”.

Sonosfera®, un’esperienza sensoriale coinvolgente

L’ innovativa opera promette di regalare sensazioni vive. Una volta entrati, gli spettatori si accomodano in una doppia cavea simile ad un anfiteatro, ma trasparente al suono: un geode acusticamente perfetto, isolato dall’esterno e totalmente fono-assorbente all’interno. I suoni, che si combinano creando al centro un campo sonoro sferico molto prossimo alla realtà, sono diffusi da 45 altoparlanti posizionati nell’intera superficie semi-sferica intorno al pubblico e sotto la cavea. Nel frattempo, una corona video a 360° ad altissima definizione proietta gli spettrogrammi del suono e i contenuti audiovisivi.

All’interno del teatro è possibile ascoltare un programma musicale e sonoro vario, dalle sinfonie degli ecosistemi naturali, con la loro biodiversità in estinzione, a una scoperta inconsueta dell’opera di Gioachino Rossini. Proprio riguardo il famoso compositore, infatti, il visitatore può godere di applicazioni in grado di raccontare la musica attraverso il suono tridimensionale, a partire dalla produzione operistica rossiniana. Un’immersione suggestiva in un panorama sonoro e visivo toccante.

Una grande emozione e onoreha dichiarato David Monacchi, autore dell’opera —  portare a termine il progetto a Pesaro, per potersi così riconnettere ad una grandissima tradizione musicale della città”.

La ricchezza di questa iniziativa, fruibile come strumento multifunzionale semistabile a Palazzo Mosca e parte integrante del patrimonio del Museo Nazionale Rossini, risiede anche nel fatto che la Sonosfera® potrà viaggiare nel mondo, portando i contenuti realizzati a Pesaro in musei e istituzioni culturali a livello europeo e internazionale.

Pesaro, inaugurata la Sonosfera®, un teatro per l’ascolto profondo di ecosistemi e musica
Sonosfera (Copyright@Alex D’emilia)

Il dispositivo come strumento di divulgazione scientifica

Il pluripremiato progetto “Fragments of Extinction” studia i paesaggi sonori delle foreste primarie equatoriali registrati durante spedizioni in tutto il mondo e sarà il primo prodotto culturale pronto per poter essere distribuito al pubblico su scala internazionale.

L’esperienza sensoriale, diretta e in tempo reale, del suono di ecosistemi intatti rende questo teatro eco-acustico non solo una miscela di cultura e bellezza, ma anche un’originale quanto forte strumento di divulgazione scientifica sulla ricerca nelle scienze e nell’arte e sull’educazione ecologica ed estetica.

Gli esperti, inoltre, sono all’opera per studiare applicazioni di tipo terapeutico legate alla specificità di un tale dispositivo all’avanguardia capace di sollecitare stati di rilassamento profondo e di interagire con disturbi dello spettro autistico o disturbi sensoriali più in genere.

Realizzazione della Sonosfera®, un lavoro di squadra

Una partenza entusiasmante per la Sonosfera®, che è divenuta realtà grazie a un gruppo di circa 20 professionisti: ingegneri, disegnatori, scenotecnici e aziende costruttrici sono stati coordinati da Flavio Antoccia/Sonus Audio Services.

Quanto ai sovvenzionamenti, la versione presentata il 6 gennaio 2020 è stata finanziata nell’ambito del Progetto ITI Pesaro Fano (Investimenti Territoriali Integrati) con fondi FESR Marche (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e si è sviluppata grazie al contributo del Museo Nazionale Rossini e del Comune di Pesaro, con il raccordo dei Servizi Comunali: Nuove Opere, Sviluppo e Opportunità, Politiche Culturali e Governance.

“Aspettavamo questo giorno da tempo — ha dichiarato l’assessore alla Bellezza Daniele Vimini in occasione dell’inaugurazione. Il percorso per arrivare alla Sonosfera® è stato complesso e articolato: è una struttura unica al mondo, grande opportunità per la città, per il Paese e per l’Europa”. “Un importante lavoro di squadra, realizzato anche grazie ai finanziamenti europei ottenuti dalla Regione Marche: “Un’esperienza unica così il presidente Luca Ceriscioli resa possibile grazie ai fondi europei. Ne abbiamo già impegnati il 94%, nei prossimi sei mesi dovremmo arrivare al 100%. Siamo fra le prime regioni in termini di certificazione: i fondi europei ci permettono di accompagnare i territori nelle loro espressioni migliori”.

 

Fonte: Comunicato stampa – Comune di Pesaro

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta