Plastic Free: un successo di adesioni e una speranza per il futuro

Grande successo per la campagna #plasticfree lanciata dal Ministero dell’Ambiente. Ben 250 le adesioni, che dimostrano quanto le istituzioni pubbliche e private siano sensibili al tema e quanto sia importante andare avanti e non mollare. Fino al 15 settembre proseguono gli appuntamenti di sensibilizzazione nelle località turistiche con la campagna estiva #Iosonoambiente

0

Plastic Free: un successo di adesioni e una speranza per il futuro. Il ministro Sergio Costa, che proprio in questi giorni ha visto confermato il suo mandato al Ministero dell’Ambiente, sin da giugno 2018, con il suo insediamento, ha fortemente voluto il lancio della campagna #plasticfree che sensibilizzasse all’abbandono dell’uso della plastica presso le istituzioni pubbliche e private. Un vero “virus” plastic free che si è diffuso e continua a diffondersi per l’Italia.

Numerosissimi i Comuni che hanno aderito, dal nord al sud Italia, da Torino a Siracusa a Porto Torres. Numerose le associazioni, le istituzioni come la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica, le università come la Sapienza di Roma e l’università degli Studi di Milano, gli enti parco come quello dell’Etna e quello del Cilento, i porti come quello di Pisa. Ad oggi l’elenco completo parla di 250 adesioni . La campagna continua a restare aperta, con semplici modalità di adesione, per chiunque voglia dare una mano alla tutela dell’ambiente e del mare (la mail a cui mandare la propria adesione è: plasticfree@minambiente.it).

Il Ministero dell’Ambiente è stato il primo a dare il buon esempio: dal 4 ottobre 2018 sono state eliminate le bottigliette di plastica, sostituite da borracce di alluminio distribuite a tutti i dipendenti e da erogatori di acqua alla spina. E’ stato evitato così l’uso di 100 mila bottigliette in dieci mesi. “Ho ritenuto fosse importante partire proprio dal mio dicastero, dando per primi l’esempio della necessità di un cambio di rotta e dimostrando che vivere usando meno plastica si può” ha sottolineato Sergio Costa.

Fino al 15 settembre proseguirà la seconda edizione della campagna estiva #Iosonoambiente, organizzata dal ministero in collaborazione con il Comando unità forestali ambientali e agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri e la Guardia Costiera. In località turistiche montane e marine, da Auronzo di Cadore, in provincia di Bolzano, a Linosa (Agrigento), dal castello di Miramare ( Trieste) a San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani, l’imperativo è stato: “Evitiamo la plastica usa e getta”.

“Liberiamoci dalla plastica”  è l’invito costante del ministro Costa. “Ognuno di noi deve dare qualcosa a questo Paese. Le istituzioni devono dare il buon esempio, ma chiedo a ognuno di voi di fare la propria parte. Puntiamo al cambio di paradigma ambientale ed economico e solo penetrando nel quotidiano di ciascuno di noi possiamo riuscirci”.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta