L’olio di frittura? Con Ri-Detersivo ci lavo il bucato!

Spesso non si sa dove buttarlo, il terribile olio di frittura, ma alla Tea Natura hanno avuto una buona idea: usarlo per lavare il bucato (e non solo) con i prodotti Ri-Detersivo

0

Che l’olio di frittura possa essere usato per lavare il bucato è davvero una gran bella idea: l’hanno pensata alla Tea Natura, un’azienda delle Marche che dal 2003 porta avanti un preciso progetto. Ovvero rispettare e difendere l’ambiente “attraverso proposte ed azioni di contaminazione positiva della società”, rendendo sempre più concreto lo sviluppo sostenibile. E cosa di meglio di un prodotto che riutilizza gli oli usati? Così, ecco Ri-Detersivo che in verità circola già da qualche tempo ma non sono in tantissimi a conoscere. Di che si tratta? Una linea di detersivi ecologici ottenuti da una percentuale fino al 34% di oli alimentari post-consumo, tra cui appunto l’olio usato per i fritti, che dopo essere stato recuperato è trasformato in detergente. 

Per 1 kg di olio recuperato ce ne sono 17 di Ri-Detersivo

L’olio di frittura? Con Ri-Detersivo ci lavo il bucato!
Il primo Ri-Detersivo per il bucato a mano o in lavatrice, disponibile in confezioni da 1 o 5 l

Come? Tali oli vengono filtrati, deodorati, chiarificati ed infine saponificati. Il risultato? Un detersivo molto concentrato ed efficace.

Il primo a partire è stato il detergente per il bucato. Per ogni chilo di oli recuperati se ne ottengono 17 di prodotto  pronto all’utilizzo  e del tutto biodegradabile. Insomma, un rifiuto davvero impattante per l’ambiente come lo è l’olio esausto, può essere Ri-Utilizzato e Ri-Impiegato al meglio.

Anche perché questo significa che c’è pure un cospicuo abbattimento dei costi di recupero e di smaltimento di questo tipo di olio. Dunque un bell’esempio di economia circolare.

Una scuderia ecologica

Nella scuderia di Tea Natura ci sono anche: Ri-Detersivo Crema Abrasiva alla Cenere, cremoso, ideale per sgrassare con delicatezza e lucidare le diverse superfici, acciaio inox, smalto, ceramica, rame, ottone, argento, piani cottura e superfici dure; Ri-Detersivo Sgrassatore Universale, per smacchiare, pulire, sgrassare a fondo cucine, forni, cappe piano di lavoro, parti meccaniche, materiali in acciaio e tessuti; Ri-Detersivo Sapone Marsiglia, sapone per il bucato a mano. Il tipico profumo di Marsiglia è dato dall’utilizzo di apposito olio. Questo sapone è ottenuto mediante saponificazione a freddo di oli alimentari post-consumo e olio di cocco.

A parte il sapone confezionato in carta plastica, i contenitori dei Ri-detersivo sono in bio plastica ottenuta da canna da zucchero (prodotta dalla brasiliana Braskem) con etichetta in carta.

Sul sito di Tea Natura, che produce anche altri tipi di detergenti ecologici, cosmesi naturale, incensi, c’è l’elenco dei rivenditori dove trovare i Ri-Detersivo.

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta