Rippotai, l’interior design rivoluzionario

La startup innovativa che realizza materiali d’arredo interamente ecologici e al 100% riciclabili, la fantasia e la creatività sono le chiavi del loro grande successo

0

Rippotai nasce dal sogno di due amici Elena e Tito, i quali sono riusciti ad unire strategie di marketing ad una creatività senza eguali, dando alla luce La Fattory, un laboratorio di idee dove il primo obiettivo è quello di rispettare l’ambiente. Quest’azienda rinnova il mondo del design, grazie al suo particolare utilizzo del cubo e della sua polivalenza, potendola così definire una vera e propria rivoluzione al cubo.

Rippotai, l’interior design rivoluzionario
Elena e Tito, creatori della startup Rippotai

Rippotai, dal giapponese “Cubo”

Elena e Tito si sono ispirati allo stile, alla vivacità e all’immaginazione dei manga, per poter creare degli oggetti, a forma di cubo, con diverse funzionalità.

La Fattory propone una serie di materiali d’arredo realizzati in cartone multistrato e completamente ecosostenibili, composti da 90% di materiale riciclato, così da essere leggeri e resistenti allo stesso tempo.
Ogni loro creazione è una scelta consapevole, è pensata, progettata e prodotta seguendo la filosofia dell’eco-design. Nascono così dei prodotti versatili, capaci di soddisfare ogni esigenza: lampade, contenitori, portabottiglie, pouf e con un pizzico di fantasia si può creare tanto altro.

Idee regalo e non solo

Inoltre Rippotai ha pensato a delle idee regalo da fare e da farsi, dando vita a numerosi oggetti ecologici, naturali ed originali. Uno di questi oggetti, che ha riscosso molto successo, è l’innovativa Soundpotai.

Soundpotai è una cassa armonica Bluetooth ma allo stesso tempo un’innovativa seduta d’arredo, diffonde il suono attraverso le vibrazioni del cartone generando un suono del tutto naturale e omnidirezionale.

La creatività di Rippotai non ha fine

  • Lampotai, una serie di lampade in cartone, adatte ad ogni ambiente della casa, grazie ai loro infiniti utilizzi. Sono state progettate con lo scopo di essere sostenibili e allo stesso tempo irresistibili.
  • Catpotai, una deliziosa cuccia per gatti decorata con la fantasia e interamente ecosostenibile per i nostri amici a quattro zampe.
  • Poufpotai, un’originale seduta salva spazio, ma anche un mobiletto, un tavolino o un comodino,tutti oggetti pensati per avere più funzioni e per rinnovare sempre la propria casa.
Rippotai, l’interior design rivoluzionario
Catpotai, una deliziosa cuccia per gatti

Fantasia, creatività e originalità ma soprattutto sostenibilità

Il desiderio di Rippotai è di risvegliare nelle persone l’amore e la sensibilità verso un pianeta sempre più in pericolo a causa del crescente livello di inquinamento, dando loro la possibilità di fare scelte consapevoli, scegliendo così oggetti 100% riciclabili.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta