giovedì, Febbraio 22, 2024

Rome 8°C

Ritorno a scuola, consigli per un rientro senza stress

Ritorno a scuola, consigli per un rientro senza stress
Ritorno a scuola, consigli per un rientro senza stress, foto di Karolina Grabowska da Pexels

Suggerimenti che arrivano dai Pediatri di Famiglia della Federazione Italiana Medici Pediatri che pongono grande attenzione nella qualità e durata del sonno, ad un uso attento di smartphone e tablet, ad un’alimentazione corretta e all’armonia in famiglia.

Il tempo del ritorno sui banchi di scuola arriva sempre troppo presto. Gli impegni quotidiani impongono ad ogni studente di dimenticare in fretta i giorni di vacanza, con l’obbligo di tornare a concentrarsi sullo studio.

Affinché il passaggio sia meno traumatico possibile, può risultare utile qualche consiglio che aiuti il fisico e la psiche dei ragazzi a sopportare meglio il cambio di abitudini. I Pediatri di Famiglia della Federazione Italiana Medici Pediatri hanno a questo proposito dettato qualche semplice regola.

L’importanza fondamentale della durata e della qualità del sonno

Il bello dell’estate è senza dubbio l’allentamento di alcune regole stringenti che l’anno scolastico impone. Tra tutte il poter fare più tardi la sera, sconvolgendo il ritmo usuale del nostro sonno.

Per questo con la ripresa degli impegni scolastici è bene tornare a dormire il giusto numero di ore, potendo così ripristinare l’energia, migliorare l’umore e avere una buona concentrazione in classe e durante lo svolgimento di altre attività come fare sport o dedicarsi a un hobby.

Foto di Mircea All in collections da Pixabay

Non bisogna mai sottovalutare gli effetti negativi della privazione dal sonno sull’organismo e l’importanza della regolarità nell’andare a dormire e nello svegliarsi. Come spiega Giuseppe Di Mauro, Segretario Nazionale FIMP per le Attività Scientifiche ed Etiche:

Con la scuola alle porte, è tempo per bambini e ragazzi di riprendere i ritmi sonno-veglia pre-estivi.

Il consiglio per i genitori è di anticipare la sveglia nei giorni che precedono il rientro a scuola, impostandola sull’orario di inizio delle lezioni, e prestare attenzione all’orario di addormentamento, puntando a creare una routine che possa equilibrare il riposo dei propri figli.

Inoltre, dovrebbe essere vietato l’utilizzo di dispositivi come smartphone o tablet prima di andare a dormire. È ampiamente dimostrato che l’esposizione alla luce blu inibisca il processo di produzione della melatonina determinando difficoltà ad addormentarsi e una cattiva qualità del sonno.

Infine, è bene ricordare che più il bambino è piccolo, più ha bisogno di dormire: si raccomandano 10-13 ore di sonno tra 3-5 anni, 9-11 ore nella fascia d’età 6-13 anni e non meno di 8-9 ore per i ragazzi tra i 14-17 anni”.

Il ritorno ad una corretta alimentazione

I medici pediatri consigliano allo stesso modo di ripristinare le corrette abitudini alimentari, aiutando così bambini e ragazzi ad affrontare gli impegni scolastici e sportivi nelle migliori condizioni psico-fisiche.

È opportunoprecisa Giuseppe Di Maurodedicare particolare attenzione alla colazione che costituisce il pasto più importante della giornata e, come tale, deve fornire il giusto apporto di tutti quegli elementi, come carboidrati, proteine, vitamine e grassi, che contribuiscono a dare energia e favoriscono la concentrazione durante l’arco della giornata.

Più in generale, un’alimentazione regolare deve prevedere cinque pasti al giorno (colazione, spuntino di metà mattino, pranzo, merenda e cena), preparati secondo i principi della Dieta Mediterranea, e gli orari dei pasti devono pian piano allinearsi con quelli che accompagnano la routine scolastica”.

L’armonia in famiglia allenta tensioni ed aiuta a riprendere gli impegni quotidiani

Per ogni ragazzo vivere in armonia con la propria famiglia rappresenta un aiuto fondamentale per la propria crescita personale ed anche scolastica. Secondo i pediatri questa sintonia va aiutata con piccoli gesti e momenti di condivisione, che diventano importanti anche per una ripresa scolastica leggera.

Un suggerimento è quello di sfruttare la colazione come occasione di incontro per tutta la famiglia, prima di immergersi ognuno nei propri impegni quotidiani. Un ulteriore consiglio dei pediatri per preparare i ragazzi al ritorno a scuola e alleviare lo stress che questo può generare. Importante è, ad esempio, coinvolgerli in prima persona nell’acquisto dei materiali necessari per la ripresa delle attività scolastiche come zaino, quaderni, diario, libri.

Come Pediatri di Famiglia – spiega Antonio D’Avino, Presidente Nazionale FIMP – è per noi molto importante guidare i genitori nell’impostazione di una corretta routine con i propri figli, e aiutarli a creare armonia all’interno del nucleo familiare soprattutto in un momento ‘critico’ come quello del ritorno a scuola che coincide con un maggior carico di lavoro e di stress per i genitori.

In un’epoca di grandi trasformazioni dei modelli familiari, è importante costruire abitudini di vita quotidiana in grado di esercitare benefici diretti sulla salute fisica e psicologica di tutta la famiglia.

Fa parte di questo percorso la condivisione di semplici ma essenziali regole per una crescita in salute come mangiare in maniera equilibrata, riposare in modo adeguato e avere uno stile di vita attivo attraverso lo sport o altre attività che tengano allenati la mente e il corpo”.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter