martedì, Dicembre 6, 2022
13.2 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeGreenbuildS-WOOD, dalla tempesta di Vaia all’arredo degli spazi outdoor

S-WOOD, dalla tempesta di Vaia all’arredo degli spazi outdoor

Con i prodotti S-Wood creati dal recupero del legno di abete rosso proveniente dai boschi danneggiati dalla tempesta Vaia, è stato possibile realizzare Green Pea a Torino

L’azienda bellunese è difatti specializzata nell’azione di recupero e nobilitazione del legno

Sono passati quattro anni dal quel 30 ottobre del 2018 quando raffiche di scirocco fino a 217 km orari si sono abbattute sui boschi delle Alpi. L’epicentro, registrato nelle Dolomiti bellunesi, ha distrutto 41.000 ettari di bosco, 8,6 milioni di metri cubi di legname abbattuto.

Parliamo della tempesta Vaia. Danni immensi al patrimonio boschivo, oltre al dissesto idrogeologico, alla perdita di zone di rifugio per gli animali e di importanti aree paesaggistiche.

S-WOOD è la realtà aziendale creata da Mauro Scagliarini, specializzata nella produzione di prodotti sostenibili dedicati all’architettura contemporanea e che con la scelta ecologica del recupero del legno di abete rosso proveniente dai boschi danneggiati dalla tempesta Vaia, ha sviluppato un prodotto ad alta efficienza e prestazioni, dedicato al decking, ai rivestimenti esterni e ai frangisole.

Un impegno che ha trasformato un patrimonio naturale in un prodotto sostenibile al 100% come Green Pea, il primo importante building al mondo che attraverso la sua architettura è dedicato al tema del rispetto dell’ambiente e armonia con la natura.

Oscar Farinetti, fondatore di Eataly e Green Pea, racconta come la lettera inviatagli da Mauro abbia portato alla sua attenzione questa realtà e come sia nata un’idea e la sua concretizzazione.

Il progetto di rivestimento di quasi 6.000 metri quadrati con il legno di Vaia ha contribuito al recupero di 1.150 piante cadute, trasformate in oltre 400 metri cubi di listelli lavorati su misura, per una lunghezza complessiva di 22.000 metri lineari.

Un programma ingegneristico ambizioso e studiato nei minimi dettagli ha permesso una rapida esecuzione di circa 1.000 pannelli a sistema modulare con differenti forme e dimensioni, processati in loco e facilmente replicabili per altri progetti.

II giusto “vestito” per il contenitore dell’eco-sostenibilità e del rispetto per l’ambiente che Green Pea stesso vuole rappresentare.

La copertura esterna in legno naturale racchiude, come una cornice, una delle più belle realizzazioni presenti nel panorama architettonico odierno, primo Green Retail al mondo dedicato al tema del rispetto e del consumo consapevole, grazie alla mano dell’Arch. Cristiana Catino e Negozio Blu Associati già presenti nella realizzazione del primo Eataly a Torino.

S-WOOD, dalla tempesta di Vaia all’arredo degli spazi outdoor
Photo Credit : Fabio Oggero @fabiooggero

Una soluzione di rivestimento unica che si contraddistingue sia per l’azione di recupero del legno che per la sua nobilitazione, che rende il materiale più resistente, durevole e stabile.

Bassa manutenzione, smaltimento sostenibile e zero tossicità definiscono, infine, la scelta consapevole e sostenibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI