Serata “celeste” con la cometa NeoWise

Il Dipartimento di Scienze di Roma Tre (Dipartimento di Eccellenza italiano), in collaborazione con il Comune di Rocca di Cave e il Gruppo Astrofili CDS-Hipparcos, organizza stasera lo spettacolo al planetario “Le grandi comete nella storia” e la serata osservativa “Messaggero celeste: la cometa NEOWISE (C2020F3), un viaggiatore dalle regioni estreme del Sistema solare”

0

Cometa NeoWise, stasera tutti con gli occhi puntati verso il cielo per capire quale segreto a da rivelarci questo importante messaggero celeste.

L’attività, in programma al planetario del Museo Geopaleontologico “Ardito Desio” di Rocca di Cave (RM), via del Colle pozzo, n. 1, avrà inizio alle 17.00 con l’escursione alla scogliera corallina Cretacica di Rocca di Cave “Attraverso 100 milioni di anni”.

In un percorso di circa 1 km, lungo la via Genazzano, si trovano numerosi affioramenti fossiliferi che risalgono all’età Turoniana (circa 90 milioni di anni fa). Si tratta di resti di molluschi, spugne, coralli, appartenenti a specie in gran parte estinte alla fine dell’epoca Cretacica.

Le grandi comete della storia

Alle 18.45, al Planetario si svolgerà lo spettacolo: “Le grandi comete nella storia”. Le prime testimonianze degli astri chiomati, risalenti a quasi 4000 anni fa, sono registrate nelle tavolette babilonesi e negli annali degli astronomi cinesi. Comete di corto, medio e lungo periodo solcano da sempre i cieli.

Serata "celeste" con la cometa NeoWise

Le comete più grandi e luminose provengono dalle regioni esterne del Sistema solare e recano importanti testimonianze delle prime fasi della nascita del Sole e dei pianeti. Da sempre l’umanità ha attribuito grande importanza alla comparsa di questi visitatori cosmici, associando a essi eventi importanti.

Cometa NeoWise, la protagonista

La cometa NeoWise, scoperta dall’omonimo satellite astronomico all’Infrarosso, è la più importante dal 1998 (passaggio della Hale-Bopp). Si tratta di un oggetto del diametro di circa 5 Km, con un’orbita di elevatissima eccentricità, all’afelio è distante oltre 600 U.A., con un periodo orbitale di oltre 5000 anni. La brillante chioma ha in realtà un diametro di centinaia di migliaia di km.

La serata

Lo spettacolo previsto per la sera sarà introdotto dalla presentazione: Costellazioni e pianeti del giorno. Alle 21.45 inizierà la serata osservativa “Messaggero celeste: la cometa NEOWISE (C2020F3), un viaggiatore dalle regioni estreme del Sistema solare”.

Bassa sull’orizzonte nordoccidentale, dopo le 22, si osserva un pennacchio di luce diffuso, di circa 5° di lunghezza, in prossimità delle stelle della “zampa posteriore dell’Orsa”. La cometa si trova a circa 100 milioni di km di distanza dalla Terra, brilla a magnitudine 3.

L’osservazione

L’osservazione sarà svolta al binocolo con un ulteriore approfondimento del cielo stagionale, con l’inconfondibile sagoma dello Scorpione con le tre brillanti stelle delle Chele, e la supergigante rossa, Antares, a Sud, al Meridiano; verso sudest, basso sull’orizzonte, il Sagittario, rappresentazione del re-arciere e di Nergal, il dio Marte mesopotamico.

Sopra lo Scorpione una grande ellisse di stelle definisce la costellazione di Ofiuco, il Serpentario, la cui stella più brillante, Ras Alhaghue “la testa dell’incantatore”, disegna nel cielo estivo, insieme alle lucide di Lyra e Aquila, un secondo triangolo.

Guardando verso Nord si stagliano le costellazioni circumpolari, con l’Orsa Maggiore alta a nordovest e Cassiopea bassa verso sudest, ben riconoscibile a nord, anche l’adiacente costellazione di Cefeo, dal tipico disegno a “casetta”. Non mancherà l’osservazione del cielo profondo e dei pianeti, tra cui Giove, quasi alla minima distanza dalla Terra.

Una bella iniziativa questa organizzata dal Dipartimento di scienze di Roma Tre che permetterà di “elevare” il tono dei sabati della movida con qualcosa di decisamente più interessante e soprattutto più istruttivo.

INFO

COSTI: spettacolo al Planetario 5 €, Serata osservativa 6 €, combinazione di 2 attività 8 €, combinazione di 3 attività 12€ (ingresso gratuito bambini fino a 7 anni e persone con disabilità).

APPUNTAMENTO: L’ appuntamento per gli spettacoli al Planetario e per la Serata Osservativa è presso la sede in Via del Colle Pozzo,1, Rocca di Cave, RM;
L’appuntamento per l’escursione è presso la Piazza S. Nicola, centro del paese.

TUTTE LE ATTIVITA’ SONO SU PRENOTAZIONE: Inviare una mail a info.hipparcos@gmail.com indicando nome, numero di partecipanti e recapito telefonico.

Le serate si svolgono a 1000 metri di quota, pertanto SI CONSIGLIA ABBIGLIAMENTO E CALZATURE ADEGUATO ALL’AMBIENTE MONTANO.

IN CASO DI MALTEMPO LA SERATA OSSERVATIVA VERRÀ RIMANDATA. In questo caso riceverete un avviso entro le 24 ore precedenti via newsletter (se iscritti). In caso di dubbi potete contattare lo staff del Museo attraverso la mail o il numero forniti.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta