giovedì, Aprile 25, 2024

Rome 8°C

Sviluppo sostenibile: quanto è importante per la nostra economia

Sviluppo sostenibile: quanto è importante per la nostra economia
Foto @wweb4hit

Con tale locuzione si fa riferimento a un approccio che ha come scopo fondamentale uno sviluppo che permetta di soddisfare le esigenze delle generazioni attuali, ma senza compromettere quelle delle generazioni future e ciò è possibile soltanto adottando strategie che permettano di proteggere l’ambiente nel miglior modo possibile, come per esempio l’uso responsabile delle risorse (acqua, energia, combustibili ecc.), la riduzione dell’impatto ambientale (riduzione dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua, del suolo), la conservazione delle biodiversità, la rinnovabilità delle risorse, l’adozione di un modello economico circolare che progressivamente sostituisca quello lineare ecc.

Sicuramente, uno step fondamentale per arrivare alla totale sostenibilità ambientale è la transizione ecologica, cerchiamo quindi di approfondire maggiormente questo concetto illustrandone vantaggi e modalità per la sua attuazione.

Cosa si intende con transizione ecologica?

Se ci rifacciamo al Piano Nazionale di Transizione Ecologica elaborato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, la transizione ecologica è un processo realizzabile attraverso diverse misure che interessano l’ambito ambientale, ma anche quelli sociale, economico e politico.

Gli obiettivi che ci si pongono sono essenzialmente i seguenti: neutralità climatica (equilibrio tra le emissioni e l’assorbimento di carbonio), azzeramento dell’inquinamento (entro l’anno 2050), adattamento ai cambiamenti del clima, conservazione e ripristino di biodiversità ed ecosistemi e graduale passaggio a un modello circolare di economia.

Il concetto di transizione ecologica non deve essere confuso con quello di transizione energetica, espressione con la quale si fa riferimento a una progressiva sostituzione delle fonti tradizionali di energia con fonti di energia rinnovabile (fotovoltaico, eolico ecc.). Quello di transizione energetica è quindi un concetto più specifico che va a inserirsi in una strategia più ampia di transizione ecologica.

Quali sono i vantaggi principali della transizione ecologica?

Uno dei principali vantaggi della transizione ecologica è la riduzione dell’impatto ambientale, ciò consentirà di proteggere e ripristinare ecosistemi e biodiversità e di ridurre l’inquinamento di aria, acque e suolo.

Dal momento che la transizione ecologica promuove l’adozione di nuove pratiche e nuove tecnologie ecocompatibili, essa contribuisce a una crescita economica sostenibile, rispettosa dell’ambiente. Settori come quelli dell’efficienza energetica, dell’agricoltura biologica e del riciclo dei rifiuti possono essere importanti motori di crescita economica.

Un altro vantaggio della transizione ecologica è che tale modello permette un significativo miglioramento della qualità di vita, grazie anche all’adozione di uno stile di vita più sano e a una maggiore consapevolezza delle problematiche ambientali.

Non si deve poi trascurare il fatto che tale processo consente di essere maggiormente resilienti ai cambiamenti climatici rendendo le persone e in generale le comunità più preparate ad affrontare le difficoltà causate da eventi estremi come siccità, alluvioni ecc.

Come attuare la transizione ecologica?

È fondamentale che gli attori politici introducano norme sempre più tese a raggiungere la neutralità climatica e a ridurre ai minimi termini l’inquinamento ambientale. Ciò può essere realizzato anche promuovendo il più possibile il ricorso a energie rinnovabili, gli interventi che migliorano l’efficienza energetica degli edifici e la sostenibilità dei trasporti umani e di merci.

Devono essere inoltre adottate tutte le misure necessarie per promuovere la resilienza agli eventi climatici.

Nondimeno è anche fondamentale educare tutti i cittadini, a partire dai più giovani, sull’importanza della sostenibilità ambientale e su quella delle azioni individuali.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter