Un orto urbano per quartiere: il progetto di riqualifica della città di Roma

Promosso dall'associazione Zappata Romana, il progetto “Un orto urbano per quartiere: coltiviamo la città” mira alla riqualifica delle aree verdi di Roma

0

Il progetto “Un orto urbano per quartiere: coltiviamo la città”, promosso dall’associazione Zappata Romana, è stato il secondo più votato su 111 nelle votazioni per il Bilancio Partecipativo di Roma Capitale 2019, dopo aver superato il vaglio tecnico e il primo voto durante i mesi estivi. Il suo obiettivo è il recupero delle aree verdi trascurate ed abbandonate e la loro trasformazione in spazi comuni dedicati al lavoro collettivo e all’ambiente.

Il progetto

L’obiettivo del progetto è la creazione nella capitale di 100 orti condivisi, uno per quartiere, da considerare come spazi pubblici aperti a tutti i cittadini, oltre che ad associazioni e a scuole. Tale creazione si basa sul recupero e l’utilizzo di aree verdi e parchi che si trovano ad oggi in uno stato di trascuratezza e cattiva manutenzione. Sarà garantita così la trasformazione in risorse sociali degli spazi abbandonati, che spesso sono fonte di insicurezza e degrado.

Un orto urbano per quartiere: il progetto di riqualifica della città di Roma
Un orto urbano per quartiere: il progetto di riqualifica della città di Roma

I vantaggi per la città

I lati positivi del progetto sono innumerevoli. In primo luogo la manutenzione del verde e la riqualifica di aree urbane, sia al centro che alla periferia della città. La comunità trarrà inoltre giovamento dalla messa in atto di comportamenti di cittadinanza attiva, in un’ottica di integrazione, democrazia, partecipazione e coesione sociale. Gli orti condivisi saranno infatti dei luoghi di incontro in cui lavorare insieme, creando e co-progettando.

Da non trascurare anche il lavoro di educazione all’ambiente e alla biodiversità che spazi del genere possono aiutare a svolgere. Notevole è inoltre la possibilità di recuperare antichi saperi ormai andati parzialmente perduti, al fine di costruire anche reti alternative di produzione alimentare.

Gli orti condivisi come spazio politico

Una soluzione green e partecipativa, dunque, per combattere lo stato di abbandono in cui versano molte aree della capitale. I promotori del progetto si augurano che la creazione di orti condivisi fornisca anche alla città di Roma l’occasione per implementare una food policy e per integrare le politiche sociali, ambientali e culturali.
Con la speranza, inoltre, che gli orti e i giardini comuni siano usati anche come strumento di lotta al cambiamento climatico.

Contatti:

Email: hortus.zappataromana@gmail.com
Facebook: https://www.facebook.com/HortusUrbis
Twitter: @zappataromana – #HortusUrbis
Instagram: @zappataromana

Foto: Associazione Zappata Romana

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta