martedì, Dicembre 6, 2022
15 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteAnimaliAdottare un fenicottero per salvare la biodiversità

Adottare un fenicottero per salvare la biodiversità

L'iniziativa a tutela del bellissimo Phoenicopterus roseus e di altre specie che vivono nelle saline di Comacchio

L’iniziativa del Parco del Delta del Po: una campagna per la salvaguardia e lo studio della colonia che ha scelto di vivere nella salina di Comacchio

Adottare (a distanza) un fenicottero, l’elegante e affascinante Phoenicopterus roseus, per salvaguardare la biodiversità del Parco del Delta del Po: l’iniziativa è stata lanciata dall’Ente parco per preservare la sopravvivenza della specie nell’area, di cui è simbolo.

Secondo l’Ente parco, la prima specie di fenicottero è arrivata in zona nel 2000 e da quel momento in poi le prime coppie hanno iniziato a costruire il nido all’interno della Salina di Comacchio, in provincia di Ferrara.

Proteggere circa 10 mila esemplari

Oggi si contano circa 10 mila esemplari che vengono studiati, oltre che dal parco, dall’Istituto superiore di protezione e ricerca ambientale (ispra) e dall’Associazione degli ornitologi dell’Emilia Romagna.

Per seguire gli spostamenti dei fenicotteri vengono apposti sulle zampe di alcuni giovani esemplari degli anelli colorati di codice alfanumerico, decifrabile dagli ornitologi di tutto il mondo.

Molti di questi anelli sono stati letti nel Delta, ma anche in altre zone umide italiane (Veneto, Puglia, Toscana, Sardegna) e di tutto il bacino del Mediterraneo (Spagna, Francia, Grecia, Turchia).

Adottare un fenicottero, come fare

Chi adotterà un fenicottero aiuterà l’Ente parco a “conservare attivamente le Valli di Comacchio, la casa dei fenicotteri, e riceverà periodicamente le informazioni sugli spostamenti del ‘proprio’ esemplare“.

L’idea è proprio “coinvolgere il grande pubblico nella tutela e conservazione della biodiversità rappresentata dai fenicotteri. Per partecipare ad “Adotta un fenicottero” sarà sufficiente inviare una mail all’Ente (parcodeltapo@cert.parcodeltapo.it) con nome e cognome, indirizzo di posta elettronica sulla quale ricevere gli aggiornamenti sull’adottato e la copia del versamento di una donazione di almeno 10 euro sul conto corrente dell’Ente parco Iban: IT46J0103023500000001520537 intestato a Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità – Delta del Po con causale: Adotta un fenicottero.

La quota versata per l’adozione “sarà un contributo fondamentale anche per la tutela di tante altre specie di uccelli acquatici altrettanto importanti e affascinanti, anche se magari meno appariscenti, come le colonie nidificanti di gabbiani e sterne, che sono probabilmente l’elemento più rilevante delle grandi valli”.

Con l’adozione, in sintesi, sarà possibile ricevere informazioni sugli spostamenti dell’esemplare prescelto e i fondi serviranno anche a garantire la tutela di altre specie e a fare bene al pianeta, soprattutto agli animali.

2 COMMENTS

  1. vorrei adottare un fenicottero , lo chiamerei paolo so paolo un nome fantastico si mi ricorda un fenicottero che comprai quando avev 15 anni da un tipo che li vendeva il fenicottero cantava un sinfonia musicale adorabile .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img
spot_img

I PIù LETTI