domenica, Giugno 23, 2024

Rome 23°C

Giornata Mondiale della Biodiversità, da LIFE due concorsi fotografici a difesa del mare

Giornata Mondiale della Biodiversità, da LIFE due concorsi fotografici a difesa del mare
Foto @Copyright © Elia_Biassisi_Tartaruga_ConceptuMaris_TERZA

Si tratta di progetti europei che cercano di proteggere le meraviglie del Mediterraneo: i cetacei, le tartarughe e Pinna nobilis, il mollusco bivalve più grande dei nostri mari, a rischio di estinzione.

Il Mediterraneo, anche se interessa meno dell’1% della superficie degli oceani del Pianeta, ospita circa il 7% della fauna marina mondiale e proprio per questo è considerato uno scrigno di biodiversità.

Un terzo delle specie che lo abita è endemico, cioè si trova solo nel Mare Nostrum. Un patrimonio naturale, inestimabile quanto fragile, che ora diventa protagonista grazie ai concorsi fotografici di due importanti progetti europei per l’ambiente e l’azione per il clima.

Per questa sua particolarità ill Mediterraneo sarà protagonista di due concorsi fotografici di altrettanti progetti europei rivolti all’ambiente e al clima.

A partire da domani 22 maggio, Giornata Mondiale della Biodiversità e per tutta l’estate, infatti, chiunque immortalerà con uno scatto la bellezza e la complessità del Mediterraneo, durante una nuotata con maschera e boccaglio oppure un’immersione, un’escursione in barca o una giornata dedicata al whalewatching, potrà partecipare alla seconda edizione di due photo contest

Stiamo parlando diProfondo Blu (https://www.lifeconceptu.eu/profondo-blu-2024-regolamento/) e “Vita tra gli scogli (https://www.lifepinna.eu/concorso-fotografico-2024-vita-tra-gli-scogli/) lanciati rispettivamente dai progetti LIFE Conceptu Maris (CONservation of CEtaceans and Pelagic sea TUrtles in Med: Managing Actions for their Recovery In Sustainability) e LIFE Pinna (Conservation and re-stocking of the Pinna nobilis in the western Mediterranean and Adriatic sea).

Credito Triton Research
Credito Triton Research

I due concorsi fotografici

I due progetti, cofinanziati da alcuni anni dal programma LIFE dell’Unione Europea, si occupano della conservazione di alcune tra le specie più emblematiche del Mediterraneo, da una parte i cetacei e le tartarughe marine, dall’altra il mollusco bivalve più grande dei nostri fondali, la nacchera di mare (Pinna nobilis), portata sull’orlo dell’estinzione da un’epidemia globale.

Giornata Mondiale della Biodiversità, da LIFE due concorsi fotografici a difesa del mare
Pinna_nobilis@M_Colombo_2 – Le pinna (Pinna nobilis) si sollevano anche di un metro dal fondale e, quando sono presenti, vengono avvistate facilmente da chi si immerge. Foto – Marco Colombo/Triton

I contest fotografici, come partecipare

I dettagli dei due concorsi, organizzati da Triton Research che segue le attività di comunicazione e management dei progetti europei, si possono trovare su  www.lifeconceptu.eu e www.lifepinna.eu. C’è tempo fino alla mezzanotte del 22 settembre 2024 per inviare gli scatti e i vincitori saranno annunciati sui siti e sui social nei primi giorni di ottobre. In palio ci sono libri a tema marino, magliette e gadget dei progetti.

“Profondo Blu” è rivolto a chi si spinge in mare aperto e ha l’opportunità di incontrare e fotografare i giganti del mare, ovvero balene e capodogli, ma anche i delfini e le affascinanti tartarughe marine. Per concorrere, gli appassionati di fotografia dovranno raccontare con uno scatto la bellezza della biodiversità che ancora si può trovare nel Mediterraneo. Tra i soggetti da fotografare, oltre alle balene e ai delfini, ci sono anche ad esempio le più comuni stenelle che si possono incrociare durante un’uscita di whale watching o tartarughe in difficoltà per una lenza attorno a una pinna.

Vita tra gli scogli è il tema scelto dal progetto LIFE Pinna, che celebra la vita che pulsa lungo la linea della marea e nei bassi fondali. Possono partecipare tutti coloro che, durante una nuotata con maschera e pinne o una esplorazione del litorale, anche a un passo dalla costa, riescono ad immortalare gli organismi che si incontrano lungo la linea della marea e nei bassi fondali come granchi, piccoli pesci, formazioni di alghe dalle forme sinuose. Le fotografie che avranno come soggetto Pinna nobilis saranno particolarmente considerate dalla Giuria.

La partecipazione ad entrambi i contest è gratuita. I soggetti devono essere ritratti nel Mediterraneo e non sono ammessi animali in cattività né quelli domestici.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter