giovedì, Maggio 23, 2024

Rome 23°C

Giornata salute donna, il 22 screening gratuiti della Lilt nel cuore di Roma

(Adnkronos) – Screening e visite di prevenzione oncologica gratuiti nel cuore di Roma: così la Lilt Lega italiana lotta ai tumori celebra la Giornata nazionale della salute della donna, in programma lunedì 22 aprile. A supportare la Lilt, i medici e i camper sanitari del progetto unità mobile di Fondazione Consulcesi (con la collaborazione di Fimmg) e dell’unità mobile Fondazione Progetti del Cuore. I camper saranno presenti alla Città del Cinema di Villa Borghese, dalle 9.30 alle 14.00, per ospitare e assistere con i suoi medici gli screening che verranno effettuati dagli specialisti della Lilt.  “I tumori rappresentano ancora una delle principali cause di sensibile incidenza e mortalità tra le donne, nonostante negli ultimi dieci anni si sia registrato una diminuzione della mortalità e un miglioramento della guaribilità. Le patologie oncologiche femminili, nonostante ciò, continuano a svilupparsi e a diffondersi, soprattutto il cancro al seno – dichiara Francesco Schittulli, presidente della Lilt – In occasione della Giornata nazionale della salute della donna, torniamo ancora una volta a porre l’attenzione sull’importanza della prevenzione” e della diagnosi precoce.  “Siamo lieti che le unità mobili siano state scelte tra i partners che possono supportare le visite mediche e le consulenze oncologiche con distribuzione di materiale divulgativo-scientifico da parte di specialisti della rete Lilt – dichiara Simone Colombati, presidente di Fondazione Consulcesi – L’impegno di Fondazione Consulcesi a sostegno dell’accesso alle cure per tutti non può che passare anche per attività di prevenzione come questa”.  La collaborazione tra le unità mobili e Lilt “è un’occasione importante per portare la prevenzione e lo screening oncologico tra la popolazione in generale come anche tra i più fragili della nostra società, ancora troppo spesso lontani dal Ssn – aggiunge Alessandro Falcione, medico Fimmg Roma – Da sempre la Fimmg sostiene l’importanza e il potenziale della ‘medicina di iniziativa’ e della stretta collaborazione tra medici di medicina generale e specialisti tramite progetti di rete. Le caratteristiche sociodemografiche del nostro Paese impongono sicuramente un rafforzamento della medicina territoriale e dell’assistenza primaria che non può prescindere da percorsi di prevenzione integrati. Siamo lieti di vedere altri colleghi unirsi al progetto dell’Unità mobile mettendo a disposizione le loro competenze ed il loro tempo. Ad oggi, infatti, abbiamo 3 nuovi medici che ci aiuteranno con le nostre attività di assistenza territoriale”.  Il camper sanitario di Fondazione Consulcesi dalla sua attivazione (maggio 2023) ad oggi – riporta una nota – ha assistito complessivamente circa 2.460 utenti fornendo più di 4.900 prestazioni sanitarie, tra visite, medicazioni, prescrizioni mediche e attività di orientamento sanitario gratuite. “Di fronte alla crescente richiesta di aiuto che emerge in particolare nella Capitale, abbiamo preso la decisione di intensificare i nostri sforzi, implementandoli con un giorno aggiuntivo di servizi e assistenza sanitaria attraverso la nostra Unità Mobile", sottolinea Colombati.  “Fondazione Progetti del Cuore riconosce l’importanza di questo evento nel sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere la consapevolezza a tutela della salute della donna – evidenzia l’amministratore unico Daniele Ragone – È fondamentale garantire l’accesso a cure mediche di qualità, la prevenzione delle malattie e la promozione del benessere delle donne di tutte le età. Siamo onorati di poter sviluppare a livello nazionale insieme a Lilt un programma di sensibilizzazione sulle tematiche di prevenzione oncologica e di poter offrire gratuitamente screening per le neoplasie”. Infine, Giorgio De Toma, responsabile del coordinamento Lilt: “Nella Giornata della salute della donna risulta veramente appropriato il logo della Lilt ‘prevenire è vivere’. I lusinghieri risultati nella lotta ai tumori dipendono sì dai grandi progressi nel campo diagnostico e terapeutico e della ricerca scientifica, ma dipendono anche, in gran parte, dalla possibilità di fare diagnosi precoci che permettono di trattare la malattia nelle fasi iniziali. Spesso con la guarigione della paziente. Da qui – conclude – nasce la necessità di coinvolgere le donne a sottoporsi a visite preventive e periodiche. A tal fine, grande importanza rivestono i mezzi di comunicazione e di Giornate come questa del 22 aprile, che, con l'ausilio delle Istituzioni e della parte sanitaria, sono di grande aiuto a pubblicizzare le campagne di screening e aiutare le donne a prendere coscienza del problema”.  —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter