Il cappotto sismico? Geniale!

Nell’ambito dell’edilizia sostenibile, ecco Geniale Cappotto Sismico, una soluzione che abbina sicurezza sismica e isolamento termico ottimizzandone i costi: un’idea della Ecosism, azienda di Padova protagonista alla fiera Klimahouse

0

Geniale Cappotto Sismico: termini assai invitanti che fanno prevedere ottime notizie per le nostre abitazioni. Ed è proprio così, poiché Geniale Cappotto Sismico è una soluzione integrata e multifunzionale che abbina sicurezza sismica e isolamento termico. Non solo: ne ottimizza pure i costi. L’idea è di Ecosism, azienda di Padova che per tale ragione si è aggiudicata il primo premio della categoria Innovazione a Klimahouse, la fiera internazionale che si è svolta a Fiera Bolzano dal 23 al 26 gennaio.

E per una tale ispirazione ha avuto inoltre il Premio Absolute, cioè il vincitore assoluto di questa edizione sulla progettazione sostenibile cui hanno partecipato più di 450 espositori, 25 startup con un volume di visitatori di oltre 36mila persone.

Il cappotto sismico? Geniale!
Il Cappotto Sismico Geniale, una seconda pelle per l’edificio, è personalizzabile

Che cos’è il Geniale Cappotto Sismico?

Il Geniale Cappotto Sismico è stato sviluppato dal reparto ricerca e sviluppo della Ecosism, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova. Applicato all’esterno del fabbricato per dotarlo di una nuova “pelle” sismo-resistente, è costituito da una lastra sottile in calcestruzzo armato gettato in opera all’interno di due strati di materiale isolante di vario tipo, dal sughero alla lana di legno o minerale alle resine fenoliche al polistirolo espanso o estruso. Tali isolanti vengono poi collocati in una maglia tridimensionale in acciaio zincato.

Il cappotto sismico? Geniale!

Il Cappotto è prodotto nello stabilimento aziendale in moduli di grandi dimensioni: così si aumentano la velocità e la precisione di posa e si eliminano gli scarti e gli sfridi di lavorazione.

Il sistema può essere realizzato su misura in termini di spessore e materiali isolanti appunto e uno dei suoi pregi, come accennato, è quello di avere una minima invasività, poiché si pone solo sulla superficie esterna dell’edificio, garantendone la continuità di utilizzo anche durante l’applicazione, a differenza della maggior parte dei sistemi di miglioramento/ adeguamento sismico presenti oggi sul mercato. Può dunque migliorare le abitazioni esistenti in modo significativo sia dal punto di vista strutturale sia da quello energetico. Ed è un’alternativa dal contenuto risvolto economico. L’operazione si può affidare ad un’unica impresa e non deve essere messa a punto in momenti successivi, riducendo fasi e tempi di lavorazione.

Gli altri vantaggi del Cappotto

Con il Cappotto Sismico non c’è bisogno di casseratura, cioè l’insieme dei casseri predisposti tradizionalmente per la struttura necessaria al getto di calcestruzzo semplice o armato, che rimane contenuto grazie alla presenza degli strati di isolante.

Il cappotto sismico? Geniale!

Qualche parola i più anche per la maglia metallica che garantisce il corretto posizionamento delle barre di armatura all’interno dello strato di calcestruzzo. In questo modo, anche se lo spessore è ridotto, è possibile garantire un adeguato copriferro (cioè la distanza fra la superficie esterna dell’armatura e quella esterna del conglomerato cementizio). La conformazione della maglia permette poi una finitura con intonaco armato, solido e resistente agli urti in grado di proteggere l’isolante per tutta la vita utile della struttura. Inoltre, le fessure tra le fette di isolante che si creano per la presenza della maglia metallica garantiscono la traspirabilità della parete e non influiscono sulle prestazioni energetiche (certificate mediante test in camera calda).

Immagine di apertura tratta dal sito lancellottirestauro.com.

Per saperne di più, guardate a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=v-fOxEce1ac&feature=youtu.be

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta