Mobilità urbana sostenibile nel segno di Spike

Spike è un modello di biciletta unico ed inedito, dal sapore retrò, prodotto da La Strana Officina, con le caratteristiche ideali per muoversi in città con facilità ed agilità

0

Mobilità urbana sostenibile, questo deve essere l’imperativo per ognuno di noi in città. In questo senso il mezzo di trasporto più ecologico e che ci permette di vivere al massimo la natura facendo bene a noi stessi è la bicicletta.

La Strana Officina tra estetica e innovazione

La Strana Officina è una dinamica azienda toscana che crea modelli capaci di coniugare estetica, funzionalità e soprattutto innovazione. La vera forza è quella di realizzare prodotti che il mercato comune delle bici non propone, sia per scelte di mercato, sia per mancanza di idee. Marco e Francesco, i due titolari, sono in questo campo da oltre 10 anni e grazie alla loro esperienza sono in grado di allestire e vendere modelli di bici personalizzate che hanno la particolarità di essere tutte pezzi unici.

Meccanica e sapore vintage

Marco Batistoni è un vero appassionato di meccanica e grazie a questo amore fa nascere progetti originali ed inediti. Tutto ciò è manifesto nel nuovo modello Spike. Un prodotto del quale non si può trascurare l’effetto “vintage”. Si tratta infatti della riproposizione in chiave moderna di un’idea degli anni ’30. Allora si chiamava “Il Velocino” e nasceva come bici da carico per trasporti di ogni genere, con una misura delle ruote molto più grande del progetto attuale.

Una perfetta bicicletta da città

Oggi, grazie ad una veste molto più snella, Spike è la bicicletta ideale per la città, un perfetto connubio di caratteristiche che ne fanno una soluzione ideale per praticità e mobilità ecologica. I suoi punti di forza stanno proprio nella facilità di trasporto, con la possibilità di smontare il manubrio, e l’agilità di movimento all’interno degli affollati centri urbani.

Mobilità urbana sostenibile nel segno di Spike

Spike monta ruote posteriori con diametro di 20 pollici ed anteriori da 10, misure inedite che garantiscono un ingombro ridotto e in ogni caso fluidità e scorrevolezza nella guida. Il cerchio della ruota anteriore è stato realizzato con una lavorazione CNC specifica per il diametro e la robustezza.

Mobilità urbana sostenibile nel segno di Spike

Il manubrio può esser sganciato rapidamente e sul telaio è presente un supporto dove poterlo alloggiare in fase di trasporto. Nella borsetta portaoggetti troviamo una maniglia in pelle che facilità il carico e lo scarico della bici. Spike non può montare freni standard e necessita di un mozzo posteriore a contropedale.

Mobilità urbana sostenibile nel segno di Spike

 

 

Lascia una risposta