Partiamo in camper per scoprire le bellezze d’Italia

L’idea è quella di partire in camper che da sempre rappresenta un simbolo di indipendenza. Dal governo è partita una campagna Viaggio in Italia in aiuto alle imprese legate al turismo, già duramente provate dall’effetto lockdown. Un invito per (ri)scoprire il nostro territorio

0

Cosa porta a scegliere una vacanza slow in sicurezza? Pensare a un viaggio in questo momento è importante, è voglia di rinascita. La fase due si avvicina e ci fa pensare a un turismo nuovo e sostenibile, fatto di responsabilità e valori, con il sapore di casa. I nostri prossimi viaggi saranno in Italia è la tendenza che è emersa in questo periodo.

Viaggio in Italia, la campagna del Governo in aiuto alle imprese legate al turismo duramente colpite dal recente lockdown, è stata recentemente annunciata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Secondo Demoskopika, il flusso turistico nazionale potrebbe compensare per almeno il 30% la perdita delle presenze straniere, che nel 2019 hanno superato i 216 milioni.

 

Partire con il camper, indipendenza a distanza (di sicurezza)

Spostarsi in camper permette di muoversi in libertà, percorrendo chilometri su chilometri per raggiungere località tranquille, evitando assembramenti e creando condizioni di indipendenza e di sicurezza idonee per un estate più sicura. La distanza viene inoltre garantita nella fase di pianificazione e supporto interamente online: dall’ Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo.

Gli italiani sono da sempre un paese di camperisti, secondo il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nel 2018 sono 230.629 i camper di proprietà in Italia. Non solo mezzi privati ma anche offerte di noleggio su tutto il territorio italiano con aziende come Indie Campers, che si stanno adoperando insieme a strutture ricettive per garantire igiene e pulizia profonda.

La vacanza in camper si prospetta essere il viaggio del futuro, vediamo perché

Un’esperienza sostenibile

  • Recentemente si è parlato del fenomeno Flygskam in Svezia, letteralmente vergogna di volare, portato alla notorietà da Greta Thunberg. E visto che le possibilità di andare dall’altra parte del mondo nel breve termine sono ancora poche, scegliere mezzi di trasporto alternativi all’aereo sarà sicuramente positivo per l’ambiente e la riduzione di emissioni di Co2.
  • Inoltre, quella di viaggi green e undertourism (destinazioni alternative) è una tendenza già nota e che finalmente verrà apprezzata da un pubblico più vasto, forte del fatto che l’Italia sia lo scenario ideale per questo tipo di esperienze. Non resta che scegliere tra montagna, laghi o borghi immersi nella campagna.

Meno tempo di viaggio, più tempo di qualità

  • Tempi di percorrenza slow e viaggi in camper vicino a casa permetteranno di fare delle brevi vacanze, facili da gestire e programmare. D’altronde, quella delle microcations, o micro vacations è la tendenza del 2020.
  • “L’anno scorso, il 51% dei nostri clienti italiani ha deciso di noleggiare un camper per un viaggio nel proprio Paese, con un media di 7 giorni” afferma Edoardo Barge, Country Manager Italia di Indie Campers, “Considerando la situazione attuale ed il fatto che i camper siano una risposta idonea allo scenario presente, prevediamo viaggi quasi esclusivamente interni, con una riduzione dei giorni di prenotazione, optando per weekend e gite fuori porta dove sarà consentito”.

Il turismo, sosteniamo le attività locali

La vacanza en plein air è la vacanza che offre, senza dubbio, grande libertà di movimento, per raggiungere e scoprire località meno conosciute. Scegliamo di aiutare le piccole realtà territoriali a sopravvivere. Il turismo domestico potrebbe generare un tesoretto da 21 miliardi di euro, cifra misurata in termini di spesa turistica (Demoskopika). Ricordiamoci che turismo rappresenta una parte fondamentale del nostro Pil, pari a circa il 13%.

Abbiamo tutto il tempo necessario per pianificare bene il nostro prossimo viaggio, perchè la speranza di potere (r)iscoprire le bellezze del nostro paese fa bene a noi e al turismo.

Leggi anche

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta