Spiaggia verde a Cagliari, alternativa al Poetto

Apre i battenti la “Spiaggia verde” del Parco degli Anelli che si affaccia sul lungomare del quartiere di Sant’Elia a Cagliari. Un’area verde davanti al mare per chi vorrà farsi una nuotata per poi sdraiarsi su un telo sull’erba. Un’ottima alternativa al Poetto

0

Proprio in questi giorni, ha aperto i battenti, la “Spiaggia verde” del Parco degli Anelli che si affaccia sul lungomare del quartiere di Sant’Elia a Cagliari. C’è chi durante l’estate non può o non vuole spostarsi dalla città, ma allo stesso tempo non vuole neanche rinunciare a delle giornate piacevoli in cui potersi rilassare prendendo il sole e godendo del sollievo che può regalare la brezza marina, magari stando sdraiati comodamente, dimenticando lo stress accumulato durante l’anno.

Ed ecco che anche quando la spiaggia del Poetto sarà troppo affollata o distante da raggiungere, oppure anche la piccola zona di Calamosca si sarà riempita, potremo godere di un po’ di relax nella nuova “Spiaggia verde”, un’area verde di fronte al mare in cui ci si potrà tuffare per poi distendersi su un telo nell’erba, invece che nella sabbia.

Spiaggia verde, il primo lotto

Si tratta del primo lotto di oltre 4 ettari del Parco degli Anelli, un’area di 45 mila metri quadri che si affaccia sul lungomare del quartiere di Sant’Elia. Un’area verde proprio davanti al mare, anche per chi non è amante della sabbia appiccicosa o per chi volesse far coincidere la piacevolezza di una giornata al mare senza rinunciare al parco. Un progetto davvero importante portato avanti dal comune di Cagliari.

Un vero e proprio esempio di riqualificazione di zone di degrado. Il parco non era altro che uno sterrato in cui venivano abbandonati o bruciati diversi rifiuti tra cui macchine vecchie o rubate. Un posto che sembrava dimenticato e che, soprattutto, sembrava non potesse più servire a nulla se non a questo. Il progetto di riqualificazione, ha fatto sì, che oggi la zona si possa considerare una vera, importante risorsa pubblica che vuole attrarre anche il turismo balneare.

All’apertura della spiaggia, l’assessore alla Cultura e Ambiente del Comune di Cagliari, Paolo Frau h espresso grandissima soddisfazione, assicurando, inoltre, che ci sono le risorse a disposizione per continuare il progetto.

Il completamento del primo lotto di oltre 4 ettari, è stato possibile grazie alla progettazione preliminare affidata all’architetto paesaggista portoghese Joo Nunes; ma è già stato individuato anche il gruppo di lavoro per la predisposizione del progetto definitivo che permetterà il proseguimento dei lavori nei rimanenti diciotto ettari. Parliamo, infatti, di una zona di ventidue ettari totali.

Un suggestivo palcoscenico

Grazie a questo primo lotto, avremo un nuovo magnifico spazio per manifestazioni culturali con un suggestivo palcoscenico vista mare che avrà una stretta connessione anche con le sale del Lazzaretto per il cinema, la musica e il teatro. Il parco avrà una importantissima funzione per la salvaguardia degli elementi naturali del territorio, la collina rocciosa, la sua ricca macchia mediterranea e per la salvaguardia del nostro patrimonio artistico: si preserverà e valorizzerà la Galleria-rifugio dell’antico Lazzaretto che è stata l’antica sede di una comunità monastica utilizzata, poi, più recentemente, come rifugio antiaereo durante i bombardamenti su Cagliari nel 1943.

Ma non è finita qui perché nel secondo lotto ci sarà da realizzare ancora tanto altro: un’arena per spettacoli, un’area sportiva per le discipline da spiaggia, piste ciclabili e pedonali, pontili per facilitare l’accesso al mare e per le barche a vela e la riorganizzazione del mercatino rionale all’aperto, che verrà sicuramente apprezzata; inoltre, è prevista una vera e propria riqualificazione di un antico canale ancora esistente, che verrà trasformato in anfiteatro affacciato sull’acqua. “L’obiettivo è quello di rinforzare la vocazione di Cagliari che è una delle città più verdi d’Italia. Il nuovo parco aggiunge sia bellezza che salute alla nostra città, perché dove c’è verde la vita è migliore” queste le parole dell’assessore Frau.

Si tratta di un progetto fondamentale per la città di Cagliari, una città con tanto potenziale, ma che ha bisogno di essere valorizzata per essere ammirata dai turisti, ma anche vissuta dai suoi cittadini, al meglio, nella sua bellezza. Una città che evidentemente ha ancora tante risorse e che questo progetto mette in luce. Non lasciarla a se stessa, ma riqualificare le zone simbolo di degrado, per renderla sempre più viva e in salute e rendere migliore la vita di chi ci vive, è davvero fondamentale.

Il verde non manca in Sardegna e perché non viverlo al meglio anche in città, in un perfetto connubio tra relax e divertimento, accostando gli eventi culturali a una bellezza paesaggistica che la natura ci può lasciare ammirare. La “Spiaggia verde” ci regalerà uno scenario suggestivo che potrà essere scoperto e apprezzato a breve, con l’arrivo della primavera, un luogo che è la prova di una rinascita, della trasformazione in meglio, in qualcosa di salutare per la terra in cui viviamo e per noi stessi che la abitiamo.

Caro lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Lascia una risposta