Curarsi con l’aglio nero

L'aglio nero: tante attività benefiche per il nostro organismo, evitando gli aspetti meno gradevoli

0

L’aglio nero come “terapia”, perche no? L’aglio (Allium Sativum), è dimostrato scientificamente che ha notevoli attività benefiche per il nostro organismo. Ipolipemizzante, antipertensivo, ha azione antisettica, tiene sotto controllo l’ipercolesterolemia e l’ipertrigliceridemia, ha attività antiaterosclerotica

Da non trascurare anche altre importanti proprietà. L’aglio è infatti un antiaggregante piastrinico con attività antitrombotica, ha attività antielmintica nei confronti di Ascaridi e Ossiuri, ha una buona attività nei confronti di Helicobacter Pilori, ha notevoli attività come antiossidante ed è ricco di Calcio e Fosforo.

Tanti, tantissimi benefici ma con grossi problemi di digestione e di alitosi per la presenza dell’Allicina che potenzia quel caratteristico e poco gradevole intenso odore.

Come fare per potersi “curare” digerendolo bene ed evitando l’intenso odore sgradevole per chi ci sta vicino? È sufficiente farlo fermentare ed ossidare a temperatura ed umidità controllata per un periodo che varia dai quindici giorni ai novanta giorni, fermentazione che lo trasforma in Aglio Nero.

Curarsi con l'aglio nero

È nato dunque in Corea, dove sono specialisti nella fermentazione degli alimenti. Partendo dall’aglio bianco, lo mettono a fermentare ed ossidare ad una temperatura che varia dai 40 ai 70 gradi centigradi con un ineccepibile controllo dell’umidità.

Dopo questa lavorazione, l’aglio diventa nero, color pece, perde buona parte delle fibre e diventa morbido, quasi cremoso, perde buona parte del suo intenso odore. Si ha una concentrazione degli zuccheri che gli fanno assumere un gradevole sapore dolce con un retrogusto di liquirizia. Particolare a vedersi, dunque, con un sapore intrigante, l’aglio nero.

In cucina ci si può sbizzarrire utilizzandolo in tutte le pietanze dove è solito utilizzare l’aglio a patto che si utilizzi un fuoco leggero, evitando di cuocerlo troppo. L’unica nota dolente, purtroppo è il prezzo. Due o tre teste di aglio costano dai 10 ai 20 euro, prezzo che tra qualche anno potrebbe abbassarsi man mano che aumenterà la produzione di aglio nero considerato oramai dai nutrizionisti un super alimento.

Foto PIXABAY

Lascia una risposta