Giornata della nutrizione, dal Crea tutti i pro e i contro delle diete

Nutrinformarsi: diete, perdere peso ma non salute, la terza edizione dell’evento digitale organizzato dal CREA. Durante l’iniziativa si cercherà di fare luce in merito all’argomento diete, esaminando nel particolare quelle più gettonate, cercando di dare risposte a come perdere o mantenere peso in modo sano

0

Il popolo italiano non ha un grande simpatia per la bilancia e spesso è in cerca di una dieta nuova con l’obiettivo di raggiungere o mantenere il peso senza fare troppi sacrifici.

Cosa si può fare per perdere peso in modo sano? Oppure per mantenerlo? Si può arrivare a scegliere un’alimentazione bilanciata e adeguata alla propria salute e al proprio stile di vita, orientandosi nella giungla delle diete in circolazione, più o meno alla moda?

Nella III edizione della giornata della nutrizione, organizzata dal CREA Alimenti e Nutrizione, Nutrinformarsi: Diete perdere peso, ma non salute, che si svolgerà, interamente on line,  oggi 13 novembre a partire dalle ore 9:30, si discuterà proprio di questo.

Il CREA, attraverso i suoi ricercatori, ha condotto un’indagine utilizzando un questionario online per capire le motivazioni che spingono i consumatori ad iniziare una dieta.

Il risultato emerso dai 2500 circa questionari raccolti è che hanno seguito una dieta il 72% delle donne contro circa il 59% degli uomini, per “perdere peso” (84%) e per “motivi di salute” (42%).

Le diete più seguite sono risultate essere “mangiare di meno” (per il 48% del campione) e la ipocalorica bilanciata (36%).

Dal questionario sono stati valutati anche i cambiamenti nelle abitudini alimentari durante il periodo di lockdown dovuto alla pandemia:

circa il 45 % del campione, soprattutto fra coloro già in sovrappeso, ha dichiarato che il suo peso è aumentato; in particolare, le donne hanno affermato di aver mangiato di più (48% contro 38% degli uomini), mentre gli uomini di aver fatto meno attività fisica (62% contro il 56% delle donne).

Giornata della nutrizione, le diete più seguite

Il dato emerso dallo studio effettuato è che tra le diete più seguite ci sono :

  • l’iperproteica (che, può essere moderatamente iperproteica con un quantitativo di proteine del 25-30% o marcatamente iperproteica ossia con un apporto di proteine superiore a 35-40%),
  • la chetogenica (a bassissima concentrazione di carboidrati <50gr/die e a prevalenza lipidica)
  • il digiuno intermittente (periodi di digiuno o di forte restrizione energetica più o meno lunghi, intervallati da periodi di alimentazione normale).

Per questo i ricercatori, proprio nella Giornata della Nutrizione di domani, spiegheranno al pubblico collegato i pro e contro delle diete, quale è il giusto comportamento da tenere e quali sono gli errori da evitare.

Durante la tavola rotonda finale sarà dato ampio spazio per la discussione e a chiusura della giornata un piacevole momento conviviale che, date le restrizioni, non potrà che essere “virtuale”.

 

Clicca QUI per scaricare il programma

Clicca QUI per seguire l’evento, previa registrazione

 

 

 

 

 

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta