Gran Sasso, oltre 700 mila persone a rischio acquifero

L'Osservatorio Indipendente sull'acqua del Gran Sasso avverte: oltre 700 mila persone a rischio acquifero in Abruzzo. Conferenza stampa domani Lunedì 13 maggio a Roma presso la sala Caduti di Nassiriya a Palazzo Madama

0

Gallerie autostradali e Laboratori sotterranei dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare rendono insicuro uno dei più importanti bacini idrici dell’Italia centro-meridionale all’interno di un parco nazionale. Approvata dalla Giunta la richiesta di nomina di un commissario straordinario per la gestione del rischio Sistema idrico del Gran Sasso.

Dal 19 maggio prossimo, fino a data da destinarsi, potrebbe essere chiuso al traffico il traforo del Gran Sasso, il tratto lungo 10 km dell’autostrada A24. Lo annuncia l’ente di gestione Strade dei parchi, accusato di non aver messo in sicurezza il tunnel: a rischio contaminazione l’acqua della falda sotterranea che rifornisce 700.000 abruzzesi. La situazione, insomma, appare particolarmente delicata e ancora tutta da chiarire.

Il traforo stradale, la presenza dei laboratori sotterranei dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), i cui esperimenti, come gli stessi vertici dell’Istituto hanno avvertito, potrebbero contaminare o aver contaminato le acque della falda e le acque delle falde sotterranee qui presenti e che riforniscono 700 mila abruzzesi. Nel 2017 diversi abitanti della zona avevano lanciato un allarme relativo alla possibile contaminazione dell’acqua che giungeva nelle loro case attraverso il sistema idrico.

Gran Sasso, oltre 700 mila persone a rischio acquifero

L’osservatorio Indipendente sull’Acqua del Gran Sasso, promosso dalle Associazioni WWF, Legambiente, Mountain Wilderness, ARCI, ProNatura, Cittadinanzattiva, Guardie Ambientali d’Italia, FIAB, CAI e Italia Nostra, terrà una conferenza stampa nella quale illustrerà la situazione di grave pericolo per l’acquifero del Gran Sasso e le posizioni delle Associazioni ambientaliste, sociali e dei consumatori anche alla luce della discussione in corso sulla dichiarazione di emergenza e sulla nomina di un commissario straordinario governativo per la messa in sicurezza del sistema. Alla conferenza stampa parteciperanno i rappresentanti nazionali delle Associazioni e porterà i saluti la Senatrice Loredana De Petris, capogruppo del Gruppo Misto del Senato. Vi faremo sapere come è andata. E soprattutto cosa si farà. Per l’ambiente e per i nostri amici d’Abruzzo.

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta