Smart-Q il semaforo per gestire le code, un’idea made in Italy

Un’azienda torinese, da un’idea tanto semplice quanto indispensabile inventa Smart-Q, un segnalatore per regolamentare gli ingressi nei punti vendita.

0

Nella Fase 2 dell’emergenza Coronavirus turni di ingresso, distanza di sicurezza e dispositivi di protezione sono ormai all’ordine del giorno. Lunghe file di attesa fuori dai supermercati e negozi fanno parte della nostra quotidianità.

Come è possibile gestire le lunghe code?

Sirena, azienda torinese unica in Italia a produrre sirene e lampeggianti nel settore industriale e auto motive, ha pensato ad un’idea semplice ed efficiente mettendo a punto SMART-Q, un sistema acustico-luminoso per la gestione delle code all’ingresso dei negozi e dei supermercati.

Smart-Q : il funzionamento

Proprio come un piccolo semaforo, Smart-Q permette a chi è in attesa di capire quando sia possibile l’ingresso nel locale. considerando il numero di persone che sono presenti all’interno e ai commercianti di regolamentare gli accessi.

Un controllo a distanza regola il semaforo, consentendone l’utilizzo anche se nel punto vendita, per le limitazioni Covid, è presente un solo operatore.

Sirena, azienda con sede a Rosta vanta 46 anni di esperienza e una vendita in oltre 72 paesi in tutto il mondo, ha visto un aumento di richieste dalla Germania, dal Belgio, dalla Francia e dagli Stati Uniti oltre che dal territorio nazionale.

Durante l’emergenza Sirena ha rifornito alcuni ospedali italiani con i segnalatori delle macchine per la respirazione artificiale delle terapie intensive.

Sono made in Italy anche le sirene della scorta del Primo ministro Cinese e di molteplici veicoli prioritari quali ambulanze, Polizia municipale, protezione civile ma anche i segnalatori per tutti i mezzi agricoli e industriali della John Deere, Bosch, Manitu, CNH, Valeo, Toyota.

Il mondo del commercio sa che nella Fase 2 il rispetto delle norme sarà fondamentale, sia per tutelare la salute di personale e clienti sia perché i trasgressori rischiano la chiusura o la sospensione della licenza.

L’imperativo categorico è rispettare le distanze di sicurezza e garantire l’ingresso contingentato all’interno degli esercizi commerciali. I locali di 40 metri quadri potranno consentire l’accesso di una persona alla volta, oltre ad un massimo di due operatori.

Se il negozio è più piccolo si dovrà rispettare il rapporto di un lavoratore e un cliente mantenendo la distanza di almeno un metro.

“Le restrizioni dovute alle disposizioni di legge per il contenimento del COVID-19 – dichiara Fabio Salomone, direttore generale di Sirena S.p.A. – potrebbero complicare il lavoro di molti commercianti che, in locali di piccole dimensioni, devono vigilare attentamente i flussi d’ingresso ma spesso non possono permettersi di assumere personale extra per farlo”. “Ma SMART-Q è utilizzabile anche in realtà più grandi e complesse, penso a supermercati e centri commerciali con code anche in cassa; si possono collegare e sincronizzare più dispositivi per l’avanzamento ordinato della coda negli uffici postali, nelle farmacie, nelle banche, nei CAF e in tutte le aziende di servizi che hanno uffici con accesso al pubblico”.

L’idea è piaciuta sia alla GDO (Grande Distribuzione Organizzata) che a piccoli esercizi commerciali italiani e esteri.

 

 

Fonte : Sirena

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta