lunedì, Luglio 15, 2024

Rome 32°C

Veesion, in Italia il taccheggio ha le ora contate con l’intelligenza artificiale

Veesion, in Italia il taccheggio ha le ora contate con l’intelligenza artificiale
Foto @DEMO Veesion

3,4 miliardi di euro il costo del taccheggio al commercio italiano.

Veesion, la startup parigina che utilizza l’intelligenza artificiale per rilevare i furti in tempo reale, è in questo contesto che si sta rapidamente espandendo a livello internazionale, in particolare in Italia.

Per il commercio al dettaglio mondiale il taccheggio è una vera e propria piaga. Veesion rileva una media di 100.000 gesti sospetti al mese in più di 2000 negozi, di cui circa 150 in Italia e riduce le perdite di fatturato dal 30 al 70%.

Come spiegato da uno studio realizzato nel 2020 da Crime&Tech spin-off company del centro Transcrime dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, le differenze inventariali hanno rappresentato in media l’1,8% del fatturato delle aziende del settore retail in Italia.  In termini economici, una cifra stimabile intorno ai 3,4 miliardi di euro.

Questo dato potrebbe rappresentare il quinto gruppo retail in Italia se lo si interpretasse come il fatturato di una azienda.

Il software, basato sull’apprendimento continuo, aiuta a migliorare le prestazioni delle guardie giurate e dei dipendenti con un preciso obiettivo: ridurre le differenze inventariali.

Veesion, il funzionamento

Il software si collega al sistema di videosorveglianza già installato nel negozio. Quando il software rileva un furto, invia una notifica ai dispositivi abilitati (computer, tablet e telefoni cellulari). Una volta ricevuta la stessa, le guardie di sicurezza possono intervenire sulla base di prove evidenti.

Veesion, in Italia l’intelligenza artificiale contro il taccheggio
ITALIEN

La tecnologia di Veesion assimila “l’apprendimento continuo”, questo vuol dire che le prestazioni vengono costantemente migliorate sulla base dei dati memorizzati.

La soluzione è anche in grado di rilevare gesti simultanei su diverse telecamere, consentendo, così, di ottimizzare le spese per la sicurezza.

La soluzione non identifica volto, altezza, età o colore. Vengono identificati solo i gesti sospetti. Questo permette alla startup di essere pienamente conforme alla legge RGPD.

Oggi, Veesion protegge più di 2000 punti vendita in oltre 20 paesi.

Alimentari, farmacie, cosmetici, abbigliamento, elettronica, bricolage… La soluzione si adatta a tutti i tipi di punti vendita permettendo a migliaia di rivenditori di ridurre le perdite dovute ai furti dal 30 al 70%, beneficiando di una soluzione 10 volte più economica di una guardia giurata.

Nel 2023 Veesion ha l’obiettivo di attrezzare almeno 600 negozi in Italia.

Conclude Benoit Keonig cofondatore di Veesion:”Abbiamo la capacità di rispondere molto rapidamente a una domanda internazionale in crescita, pur mantenendo un prodotto accessibile, sia in termini di uso quotidiano che di prezzo”.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter