Alteredu, l’educazione alternativa e vincente ai tempi del coronavirus

Alteredu è la start up calabrese ad alto impatto sociale che offre corsi e-learning certificati rivolti ai più giovani ma anche a tanti professionisti. Alteredu dal 23 marzo aderisce inoltre all'iniziativa Solidarietà digitale promossa dal governo

0

Alteredu è la start up calabrese ad alto impatto sociale dedicata all’erogazione di corsi online, e-learning, certificati MIUR. Nasce nel Settembre del 2017 dall’idea di tre amici calabresi che volevano fare qualcosa di concreto per la loro terra. La Calabria infatti, ha un triste primato in Italia nel numero di NEET, ossia giovani che non studiano, non lavorano né sono attivamente alla ricerca di un lavoro o di un corso di formazione.

Si tratta di un progetto di educazione alternativa, rivolto in particolar modo ai giovani, calabresi, ma non solo. Un progetto educativo capace di fornire loro competenze e certificazioni fondamentali per definire una presenza competitiva nel mondo del lavoro. E tutto questo attraverso uno strumento di facile utilizzo.

La start up, dal 23 marzo, aderisce anche all’iniziativa Solidarietà digitale promossa dal governo, del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, arrivando così ad erogare più di 1000 corsi online. Presenti nell’offerta formativa gratuita, disponibile su Solidarietà Digitale Corsi – Emergenza Virus Covid-19, i temi dell’adeguamento alle normative della privacy, alla sicurezza sul lavoro e all’HACCP, con un’ampia scelta tra oltre 50 corsi gratuiti all’interno di queste tre tematiche.

Un progetto educativo che consente ai giovani, ma anche a tanti professionisti, di ampliare le proprie competenze o di acquisirne di nuove. Di arricchire il proprio curriculum o di ottenere punti per concorsi pubblici. Alteredu è un progetto di formazione alternativa rispetto a quella che conosciamo e a cui siamo più abituati. Ma che si presenta come vera e propria risorsa della quale poter usufruire soprattutto ai tempi del covid-19.

Alteredu, l’educazione alternativa e vincente ai tempi del coronavirusUn tipo di risorsa da cui poter ripartire o attraverso cui è possibile non stare farmi, per guardare a un possibile futuro, della Calabria, ma non solo. Noi di Green Planet News siamo andati a farci spiegare meglio di che si tratta da Giuseppe Cofone, co-founder & chief marketing officer di Alteredu.

Come e quando nasce Alteredu?

Alteredu nasce nel Settembre 2017 dall’idea di tre amici calabresi che volevano fare qualcosa di concreto per la loro terra. La Calabria è al primo posto in Italia come numero di NEET (giovani che non studiano, non lavorano né sono attivamente alla ricerca di un lavoro o di un corso di formazione). Mentre l’Italia è al primo posto in Europa in questa stessa triste classifica. Così abbiamo pensato di fare qualcosa di concreto offrendo a tutti i giovani e meno giovani calabresi e italiani uno strumento di facile utilizzo per accrescere le loro competenze spendibili nel mondo del lavoro.

Di cosa si tratta?

Alteredu è una piattaforma innovativa che propone corsi online, tutti rigorosamente certificati. Chiunque può iniziare in qualsiasi momento a seguire un corso e ottenere una certificazione riconosciuta a norma di legge da inserire nel proprio CV. E ottenere un importante vantaggio competitivo rispetto agli altri, avendo una competenza regolarmente riconosciuta da poter esporre. Il tutto comodamente da casa.

Che tipo di corsi offre e a chi sono rivolti?

I corsi svariano tra tutte le professionalità esistenti. Abbiamo i corsi che permettono di aumentare il punteggio in graduatoria a Docenti e Personale ATA. Oppure quelli che permettono di ottenere certificazioni informatiche o sulle professioni più richieste degli ultimi anni, come il Social Media Manager.

Offriamo corsi che riconoscono punteggio a professionisti come ingegneri, architetti o geologi. Inoltre, forniamo anche certificazioni nel campo della privacy, per essere riconosciuti come Responsabili Trattamento Dati o come DPO – Data Protection Officer, sulla sicurezza come RSPP, o sull’igiene alimentare grazie alle certificazioni HACCP.

Si tratta di un tipo di educazione e formazione alternativa rispetto a quella a cui siamo più abituati. Tuttavia, in questo periodo è la sola di cui possiamo veramente usufruire. Però, è realmente efficace? Come funziona?

La formazione alternativa che proponiamo è nel nostro DNA: Alteredu significa proprio un’altra educazione. A causa dell’emergenza abbiamo scoperto un nuovo modo di formarci e sfruttare il nostro tempo in casa: la formazione online. Sempre più imprese negli ultimi anni stanno promuovendo l’autoapprendimento mediante formazione a distanza (FAD), passando 6,4% del 2010 al 20,5% del 2015 (dati ISTAT).

È chiaro che risulta di gran lunga una metodologia “win-win”, poiché ne giova il discente che può organizzare i suoi tempi di formazione al meglio e conciliarli con gli impegni della famiglia. E ne giova il fornitore abbattendo i costi di aule e formatori. Poter conciliare i diversi impegni con la formazione e accedere ai corsi ad un prezzo minorato rispetto a quelli in aula rappresentano i vantaggi maggiori della formazione online.

Alteredu, l’educazione alternativa e vincente ai tempi del coronavirusBasta avere una connessione a internet e un dispositivo come un PC, tablet o smartphone e il gioco è fatto. E’ possibile apprendere nuove professioni e ottenere certificazioni comodamente stando seduti sul divano, anche mentre si cerca di far addormentare il proprio piccolo. Il concetto della formazione a distanza si lega molto con quello di lavoro a distanza – o smartworking – che è letteralmente esploso in questo periodo.

Mi fa piacere evidenziare che Alteredu è stata una delle prime aziende calabresi ad essere nata e crescita totalmente da remoto. Nonostante abbiamo una sede fissa dove lavorano alcuni di noi, tutti gli altri collaborano in maniera eccellente sparsi sul territorio. E pensi che alcuni di noi collaborano brillantemente da tre anni e ancora non si sono mai conosciuti di persona!

Quali sono i traguardi che la Start up ha raggiunto finora?

Oltre ad aver fornito i nostri corsi a più di 2000 giovani e meno giovani italiani, abbiamo raggiunto l’importante traguardo di essere stati scelti dalla Commissione Europa per essere inseriti nella Digital Skills and Job Coalition: la coalizione europea di imprese, enti e no-profit per aumentare le competenze digitali dei giovani europei. Ci siamo presi come impegno con l’Europa quello di formare 1000 giovani italiani nel prossimo anno.

In più, lo scorso ottobre Alteredu è stata inserita in un importante percorso di accelerazione di imprese spagnolo, chiamato “GoToWork”, in cui i migliori professori universitari ed esperti di business spagnoli hanno fornito le loro competenze per permettere ad Alteredu di crescere e avere una mentalità sempre più europea.

Alteredu, l’educazione alternativa e vincente ai tempi del coronavirusLe nostre competenze nel campo del digitale, inoltre, aiutano anche le piccole realtà calabresi a fare il grande salto dall’offline all’online. Sono sempre di più infatti le imprese del posto che ci chiedono di essere aiutate per effettuare la digital transformation.

Perché è stato importante aderire all’iniziativa Solidarietà digitale?

È stata un’occasione importante per offrire un aiuto concreto a tutti coloro che si sono trovati in difficoltà in questo periodo molto complicato. Poter permettere a chiunque lo desideri di seguire dei corsi gratuitamente dà la possibilità, da un lato, di far scorrere più velocemente le lancette dell’orologio a chi da un giorno all’altro si è trovato chiuso in casa senza poter fare niente.

Dall’altro ha permesso a chi ne aveva la necessità di poter seguire un corso di cui aveva bisogno o che cercava da molto tempo. Eottenere, eventualmente, anche il certificato ad un prezzo basso.

Ci sono già progetti innovativi per il futuro di Alteredu e dei suoi utenti?

Abbiamo tante idee che vogliamo mettere in pratica il prima possibile. Vogliamo diventare il riferimento italiano della certificazione online e offrire a tutti la possibilità di seguire nella maniera più semplice possibile i nostri corsi.

Nel nostro settore di Ricerca&Sviluppo abbiamo in cantiere diversi progetti, tutti ad impatto sociale, che utilizzano le ultime tecnologie come la blockchain o l’intelligenza artificiale. Un esempio è DemOpen: uno strumento innovativo che, attraverso l’utilizzo degli Open Data, permette a tutti i cittadini di venire a conoscenza delle ultime comunicazioni da parte del loro municipio.

Leggi anche: 

Solidarietà Digitale, La Tecnologia A Servizio Di Cittadini e Aziende In Tempi di Lockdown

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta