“Made in Italy” è un brand vincente sul web

Cresce di oltre il doppio in due anni il valore del termine “Made in Italy” nelle ricerche web, segno che il “prodotto in Italia” è sempre più associato a valori come creatività, cultura e qualità in settori come food, design e moda. Siamo terzi in valore assoluto dietro alla Cina e all’India, leader della classifica

0

“Made in Italy” è un brand vincente sul webSEMrush è un’azienda leader al mondo di analisi della concorrenza e ricerca per l’online marketing, riuscendo a fornire dati affidabili su volumi di ricerca, correlazione, traffico dei siti web e tendenze digitali. Una delle ultime ricerche ha voluto concentrare l’attenzione sul “Made in”. Infatti, utilizzando un motore di ricerca, ci si rende conto come i risultati riescano ad evidenziare quelle che sono le peculiarità di ogni Paese. Ad esempio quelle italiane si legano principalmente alla moda, al food e al design,  con l’agroalimentare che va considerato a pieno titolo uno dei settori più forti.

Ricercando “Made in Italy” si può osservare come i risultati siano cresciuti incredibilmente negli ultimi 3 anni. Si è passati infatti da un volume medio di ricerca mensile di 35,8 mila nel 2016 e 38,9 mila nel 2017 a una media di 88,7 mila nel 2018. Con ricerche lanciate anche sul suolo italiano, segno che l’orgoglio locale trova conferma.

“Made in Italy” è un brand vincente sul web

Tutto questo ha un enorme significato. Il “Made in Italy” è inteso non solo come produzione localizzata in Italia, ma come percezione del prodotto nel suo insieme. Gli stranieri dunque associano il “Made in Italy” a valori come bellezza, passione, creatività, lusso, cultura e qualità e le aziende che utilizzano questo marchio è ciò che vogliono fare percepire.

SEMrush mette in evidenza come sono cambiate le tendenze online a favore dell’Italia tra il 2016 e il 2018 in uno studio condotto su milioni di utenti a livello globale.

I Paesi in cui “Made in Italy” è stato più ricercato nel 2018 sono: Italia, Australia e Regno Unito. Nella classifica estratta da SEMrush il “Made in Italy” occupa il terzo posto, dopo “Made in India” con quasi 270 mila ricerche mensili e “Made in China” con 140 mila, ma prima di “Made in Mexico” con 48 mila ricerche mensili effettuate dagli utenti del web.

“Made in Italy” è un brand vincente sul web (Foto Pixabay)

Da un lato l’Italia festeggia l’accordo di partenariato UE-Giappone che favorisce la creazione della più grande zona di libero scambio del mondo, riducendo le tariffe sui dazi all’importazione e proteggendo la tipicità dei marchi dell’agroalimentare a indicazione geografica.

Dall’altro l’India diventa il leader assoluto della classifica, superando la Cina, che aveva dominato nel 2016 e nel 2017 con volumi di ricerca globale rispettivamente di 135 mila e 140 mila. E questo cambio al vertice è dovuto anche alla campagna “Make in India”, lanciata dal Primo Ministro Narendra Modi, nel settembre 2017 con la visione di trasformare l’India in un grande HUB della manifattura globale.

“Made in Italy” è un brand vincente sul web

L’obiettivo è di incentivare le aziende nazionali e internazionali a fabbricare i loro prodotti in India. E in una prospettiva globale, la campagna vuole incoraggiare gli Investimenti Stranieri Diretti raccogliendo consensi tra i potenziali partners esteri sulle capacità economiche del Paese asiatico emergente.

Gli altri paesi di spicco che troviamo ben posizionati nello studio “Made in” sono Brasile, Messico, Giappone e Francia.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta