Massaggio tradizionale cinese del piede

Cerchiamo di capirne di più con questa intervista a Barbara Crociani, operatore olistico specializzato nella riflessologia plantare

0

Green Planet News ha incontrato Barbara Crociani, operatore olistico specializzato nella riflessologia plantare e in modo particolare nel massaggio tradizionale cinese del piede.  Presso il centro olistico Alice Yoga Roma  sono aperte le iscrizioni per i corsi di Riflessologia Plantare.

Barbara spiegaci cos’è il massaggio tradizionale cinese del piede

Il massaggio tradizionale cinese è il più antico massaggio zonale del piede conosciuto e praticato fino ai nostri giorni; la sua origine si perde nell’ambito della storia mitologica cinese ma la sistematizzazione del sistema del massaggio del piede è attribuita a Mak Zi, conosciuto anche con il nome di Mo Tse, e risale all’incirca al 450 – 500 a.C.

Quali sono i benefici?

Il massaggio tradizionale cinese del piede è una delle più antiche forme di manipolazione del corpo mirata a ripristinare e riequilibrare la generale condizione di benessere dell’essere umano. Il fine di questa pratica è di ristabilire l’equilibrio energetico del corpo umano in armonia con le leggi naturali dell’ambiente circostante, creare un sistema profondo di interazione tra l’essere umano e le leggi dell’universo, in accordo con i principi di corrispondenza tra microcosmo e macrocosmo.

 

Massaggio tradizionale cinese del piede

Quali sono gli argomenti che affronti?

Il metodo del massaggio tradizionale del piede si basa su delle “mappe” ricche di simbologia descrittiva, ognuna delle quali illustra dei sistemi e delle metodologie di massaggio del piede che considerano i diversi aspetti dell’uomo: quello fisico, quello psico-emozionale e quello “evolutivo”.

Spiegaci meglio cosa sono le “mappe”

Le “mappe” sono dei “paesaggi” simbolici che descrivono gli aspetti fisici e psichici dell’essere umano. Esistono molte mappe diverse , ognuna delle quali con un utilizzo preciso e mirato. La loro denominazione ha delle risonanze poetiche come ad esempio “mappa del paesaggio esterno”, “mappa del cielo anteriore”, “mappa dei nove palazzi” per citarne alcune.

Come vengono utilizzate le “mappe” durante il trattamento del massaggio?

Dopo aver fatto una valutazione energetica della persona si decide quali mappe utilizzare. Le tecniche che si impiegano sono varie e lavorano su tutto il piede, pianta, dorso, dita. L’operatore durante il massaggio utilizza tutte le dita della mano che, a seconda dei punti che vanno a sollecitare, assumono delle forme particolari, ad esempio “ la tecnica pugno occhio di fenice”, “la tecnica mano di scimmia” e “la tecnica foglia di salice”.

Parlaci del tuo corso per diventare operatore olistico del massaggio tradizionale cinese del piede

Il corso di formazione di operatore prevede quattro livelli di apprendimento nell’ambito dei quali viene insegnato l’utilizzo delle tredici “mappe” operative. Vengono insegnate le diverse tecniche con approfondimenti di anatomia del piede, alcune nozioni di medicina tradizionale cinese, tecniche di respirazione, morfologia del piede e psicologia del piede e molto altro.

Un percorso di formazione ?

Il massaggio tradizionale cinese del piede è da considerarsi più propriamente un “percorso di formazione” sia per il ricevente che per l’operatore i quali, insieme, costituiscono un’unità e una “manifestazioni delle leggi universali”.

Sono aperte le iscrizioni ai seguenti corsi:

Corso di Formazione per Operatori  di Massaggio Tradizionale Cinese del Piede (200 ore di formazione con diploma di operatore)

Corso  introduttivo di Massaggio Tradizionale Cinese del Piede (70 ore di formazione con attestato di frequenza)

Corso di Riflessologia Psicosomatica  (50 ore di formazione con attestato di frequenza)

Per informazioni: Alice Yoga Roma e per prenotazioni: aliceyogarm@gmail.com

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta