Myfoody: in missione per amore del cibo

Myfoody un app contro lo spreco alimentare inventata da un gruppo di ragazzi under 30 con a cuore il cibo, il futuro del pianeta e la voglia di trovare una soluzione a un problema di ampia portata

0

I dati parlano chiaro: circa un terzo del cibo prodotto nel mondo non riesce ad arrivare nelle nostre case e molto spesso chili di cibo vengono sprecati lungo tutta la filiera a causa delle inefficienze logistiche.

Myfoody: in missione per amore del cibo

GP News ha chiesto a Francesco Giberti, CEO della startup, di parlarci del progetto Myfoody

Una app contro lo spreco alimentare, come funziona realmente?

Con Myfoody gli utenti possono scoprire in app, in modo facile e veloce, la disponibilità in tempo reale dei prodotti prossimi alla scadenza, scontati fino al 50%, per poi recarsi direttamente nel supermercato e procedere con l’acquisto.

Inoltre, grazie alla App, gli utenti che lo desiderano possono attivare le notifiche e venire avvisati non appena nuove offerte sono disponibili nei propri negozi preferiti.

Nei supermercati i consumatori trovano i prodotti scontati presenti in app all’interno delle aree antispreco.

Creare sensibilità diffondendo la filosofia zero waste, quali sono i vostri obiettivi?

Il nostro obiettivo è quello di diminuire lo spreco alimentare aumentando la consapevolezza alimentare. Sempre più consumatori sono alla ricerca di informazioni riguardanti quello che mangiano, i metodi di produzione e le caratteristiche nutrizionali degli alimenti.

Il consumatore odierno non vuole più essere passivo ma vuole diventare protagonista delle proprie scelte per monitorare il suo impatto sul pianeta attraverso il cibo. Per soddisfare questo bisogno, Myfoody unisce le offerte dei prodotti prossimi alla scadenza con contenuti editoriali che trasmettono la filosofia zero waste.

Il consumatore può trovare utile la vostra app e come?

I consumatori sono alla ricerca di processi che possano agevolare e velocizzare gli acquisti. Myfoody riesce a farlo mostrando in tempo reale la disponibilità dei prodotti, scontati fino al 50% e dando la possibilità all’utente di salvare tra i preferiti i supermercati più vicini, in modo tale da ricevere notifiche quando nuove offerte sono caricate.

Oltre al risparmio generato dal salvare cibi prossimi alla scadenza, ma ancora buonissimi, con il nuovo rilascio dell’app, Myfoody propone modi per diminuire gli sprechi alimentari anche tra le mura domestiche grazie alla sezione Impara.

Settimanalmente, infatti, l’utente può trovare ricette anti-spreco realizzate con prodotti di stagione, consigli di autoproduzione e storie di Foodies che conducono uno stile di vita sostenibile.

Per approfondire: Myfoody

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta